ragnarok

RECENSIONE Ragnarok – la prima stagione

IN EVIDENZA Netflix RECENSIONI SERIE TV
Share

Una serie targata Netflix sulla mitologia norrena come non l’avete mai vista.


Ragnarok
è disponibile sul catalogo Netflix a partire dal
31 Gennaio 2020.

Composta da sei episodi e ambientato a Edda, città della Norvegia, la storia ruota attorno a Magne, adolescente che di ritorno nel suo paese natale si trova a dover fare i conti con dei nuovi poteri. Dislessico e di certo non popolare a scuola, il ragazzo si troverà in mezzo a qualcosa più grande di lui.
Netflix ci presenta una storia di origine norvegese basata sulla mitologia norrena, ai più sconosciuta. Inserita in un contesto liceale, Ragnarok narra la venuta del Dio Thor ai nostri giorni.

Ma vediamo più da vicino come si sviluppano le vicende.

Immaginate di rimanere bloccati in mezzo alla strada perché un simpatico vecchietto è rimasto fermo con il suo motorino elettrico. Questo è esattamente ciò che succede a Magne che, senza pensarci due volte, scende dall’auto della madre e aiuta lo sconosciuto. È la moglie a ringraziarlo, sfiorandogli la fronte, ed è così che cambia tutto nella vita del ragazzo.
Magne quindi scopre, dopo un casuale incontro, di avere poteri fuori dall’immaginabile, difficili da gestire anche per via del proprio barcamenarsi all’interno di una fase della vita piuttosto difficile: l’adolescenza.
Ragnarok

Non sottovalutiamo questo fattore: Magne è uno studente liceale che si trova ad avere a che fare con nuovi amici, nuovi amori, ma anche nuovi nemici. E come se non bastasse, suo fratello Laurits certamente non lo aiuta ma anzi, pare trarre godimento dal metterlo in difficoltà (ci ricorda vagamente Loki, ma vedremo come si evolverà la sua storyline!). Non delude nemmeno la rappresentazione dell’approccio studenti – professori nella vita scolastica e dei rapporti che si vanno a creare tra i compagni.
Inevitabilmente troviamo l’alveare con l’ape regina, da cui pare che nessuno sia immune.
Fior e Saxa sembrano essere a capo della piramide del liceo, ma ciò che si apprezza della loro trama è la loro crescita interiore, la consapevolezza di ciò che sono.

Diversamente da altri programmi televisivi ambientati al liceo, questo show ci offre la possibilità sì di vedere spaccati di vita comuni, ma anche e soprattutto, di crescita.

All’interno della serie tv, inoltre, vengono affrontati diversi temi, il più importante dei quali è sicuramente quello dell’inquinamento ambientale. Fin dall’inizio, infatti, è chiaro che questo, unito il potere dei più ricchi, siano parte integrante della trama di questa serie tv. Non per nulla Magne proviene da una famiglia semplice, quasi povera. La madre lavora ma ha problemi a gestire i figli, il marito è morto anni prima e il ritorno a Edda, cittadina in cui è ambientata la storia, non è sicuramente dei più facili.

Sembra che il potere sia tutto e chi non lo ha pare doversi rassegnare. Chiaramente non è così che la pensa Ysolde, prima amica di Magne, l’unica che cerca di vedere oltre le apparenze. Nel corso degli episodi, tuttavia, la ragazza non è l’unica a comprendere e a cominciare a farsi domande riguardo ciò che sta succedendo nella cittadina con la malattia e le morti che da tempo gettano nubi oscure su tutti.
ragnarok

Se ancora non vi abbiamo convinti a vedere questa serie tv, sappiate che i motivi sono molti (e non sto parlando solo dei bei ragazzi e delle belle ragazze al suo interno!).
Il primo è sicuramente la natura norvegese, che possiamo ammirare nelle riprese. Si tratta di immagini da togliere il fiato che vi faranno innamorare dei fiordi.

Ragnarok rende interessante la mitologia norrena portandola ai giorni nostri e affiancandola a quelli che sono i problemi moderni.

In uno scontro tra dei e giganti, Magne si troverà a dover affrontare qualcosa di nuovo che metterà in pericolo sé stesso e i suoi nuovi amici.

Questa prima stagione sicuramente è un ottimo apripista per la seconda che, direi, dovremmo tutti aspettare con ansia. Ragnarok è sicuramente una delle serie tv del 2020 da tenere d’occhio: mentre attendiamo di saperne di più non ci resta che usare la nostra immaginazione per sapere cosa potrebbe succedere. Davvero Laurits potrebbe essere Loki? I giganti che fine faranno?

La serie tv è composta da sei episodi ma una volta arrivati alla fine vi domanderete sicuramente perché non ce ne siano altri!
La prima stagione è sicuramente promossa dalla sottoscritta!

Ragnarok vi aspetta su Netflix, non dimenticatelo!

VOTO: 8 / 10

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV, sul Canale Telegram e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.