RECENSIONE 9-1-1 2×17-18

9-1-1 RECENSIONI SERIE TV
Share

Anche la seconda stagione di 9-1-1 giunge al termine con un finale perfetto per una serie che non ne ha sbagliata una!

Questi due ultimi episodi di 9-1-1 hanno veramente dato alla stagione il finale che meritava. Sono riusciti a trovare un equilibrio tra la leggerezza di certi momenti e la tensione di alcuni casi. Ci hanno intenerito e fatto sorridere ma ci hanno anche spaventato e fatto piangere. Ammetto che qualcosa in tutto ciò non mi ha convinto ma è una piccola parte in mezzo a tanta roba buona.

  • Eddie Diaz.

    Solitamente faccio fatica ad accettare i nuovi personaggi, ad entrare in empatia con loro. Ma non è questo il caso, fin da subito i produttori ci hanno fatto amare questo personaggio tanto difficile quanto buono. Se c’è una parola per descrivere Diaz è proprio questa, lui è gentile e disponibile per gli altri, è un ottimo amico per la sua squadra e soprattutto è un meraviglioso padre per Christopher.
    Personalmente ammiro molto la sua storia, ovvero quella di un padre single che cerca di portare avanti ciò in cui crede cercando di essere presente al 100% per suo figlio.
    La penultima puntata per lui è stata dura, perchè si è ritrovato solo un’altra volta.
    Ecco, quando vi parlavo di una pecca all’interno degli episodi mi riferivo proprio a questo. Ho trovato la morte di Shannon molto forzata, come se non vedessero l’ora di liberarsene. E questo un pò mi dispiace, perchè nonostante non mi piacesse molto come personaggio, ancora una volta Christopher si è ritrovato senza sua madre.

  • La vendetta di un figlio.

    Anni di Chicago PD e Fire mi hanno insegna che nulla accade per caso, che le coincidenze non esistono. Per questo quanto Athena ha ricevuto il pacco bomba ho pensato che sotto ci fosse qualcosa di più. Certo, non mi aspettavo che il tutto si collegasse al caso che abbiamo visto attraverso i flashback nell’episodio dedicato a Bobby.
    Eppure questa svolta mi è piaciuta molto, forse perché questa serie non ci ha mai proposto nulla di simile o forse perchè questo avvenimento a portato ad un qualcosa di inaspettato, qualcosa che non vediamo tutti i giorni: la solidarietà.
    Vedere tutte quelle persone pronte ad aiutare la squadra a salvare Buck mi ha scaldato il cuore, è stata un scena bellissima vedere. Un ottima risposta alla violenza che quel ragazzo ha scaturito.

Non mi ha sorpreso vedere Bobby farsi avanti e prendersi le sue “responsabilità”. Lui è un uomo che affronta tutto in prima persona, non avrebbe mai permesso che altri soffrissero per delle colpe che non avevano. Inoltre questo gesto gli ha permesso di ritorna a riprendere i panni di Capitano.

  • Buck.

    Infine parliamo del mio amato Buck.
    Non potevo non elogiare la meravigliosa crescita che ha fatto in queste stagioni.
    E’ maturato molto, si è responsabilizzato e dà importanza a ciò che fa.
    Vederlo sotto quel camion è stato orribile, ma lo è stato ancora di piu vedere la delusione nei suoi occhi durante il discorso di Ali.
    In parte ha ragione, lui fa un lavoro pericoloso e deve essere difficile per lei (come per tutti) vivere con la paura che gli possa succedere qualcosa. Ma, io sono dell’opinione che bisogna lasciare che le persone facciano ciò che amano di più e Buck ama il suo lavoro, salvare delle vite lo rende completo. Motivo per cui sono convinta che lei non faccia per lui.

E’ stato un finale intenso che non ci ha riprovato di bei momenti.
Abbiamo lasciato i personaggi pronti a riprendere in mano le loro vite.
Maddie e Chimney sono pronti a vivere la loro storia così come Bobby e Athena sono pronti a viversi da marito e moglie.
Hen sta aprendo le porte ad un possibile nuovo bambino ed Eddie ha finalmente trovato il suo posto.
L’unica incognita rimane Buck. Tornerà a fare il suo lavoro?

Ma chi riesce ad aspettare la 3°stagione?

Prima di salutarvi vi consiglio di passare dalle nostre affiliate: Ryan Guzman Italia e Jennifer Love Hewitt Italia. E per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook.