GURLZ POWER ROSE

Gurlz Power #13 – Rose Dewitt Bukater

CINEMA GURLZ POWER IN EVIDENZA ORIGINALI
Share

Ed eccoci tornati all’appuntamento con le donne più badass di sempre: Gurlz Power
Abbiamo scelto un giorno particolare per pubblicare questa rubrica, in quanto oggi ricorre l’anniversario dell’ultima partenza del Titanic (dal porto di Queenstown), avvenuto ormai più di un secolo fa.

La protagonista, infatti, non è che la bellissima protagonista, Rose Dewitt Bukater.


Ad interpretare questo personaggio è stata la splendida Kate Winslet, che è stata in grado di dare vita alla forte eroina che ha attraversato difficoltà e il tragico epilogo del suo grande amore, utilizzandolo come trampolino di lancio per costruirsi una vita nuova.
Rose Dewitt Bukater è l’unica figlia di una nobile ormai caduta in rovina, che l’ha promessa al ricco e affascinante Cal, col preciso intento di salvare il loro nome e la loro famiglia.
Sebbene dapprima piuttosto mite e tollerante, Rose mostra presto la sua indole curiosa e fiera, che le impedisce di farsi mettere i piedi in testa dai numerosi ricconi titolati di cui il Titanic pullulava. Sulla nave, un giorno conosce Jack Dawson, intrigante giovanotto della terza classe che si trova sul Titanic grazie ad una vincita a poker. Jack le mostra il suo mondo e la mette davanti al suo, pieno di sfarzo ma anche di menzogne ed è proprio grazie all’amore per lui che Rose trova la forza di ribellarsi alla ricerca di una vita più felice, dove non è costretta a restare la bella bambolina del futuro marito.


Ahimè, Rose è solo il frutto dell’immaginazione degli sceneggiatori, ma questo non ha impedito all’attrice di regalarle un carattere e una tempra notevole, pregi che l’hanno distinta e l’hanno spinta a scappare da un futuro già scritto, in un’epoca che poco avrebbe compreso il suo gesto, dove la gente è troppo presa a rispettare le apparenze, costretta nei limiti di un’esistenza vuota.

Coraggiosa: è una parola forse troppo banale per descriverla, ma come altro potremmo spiegare la fiamma che l’ha spinta ad abbandonare un mondo pieno di ricchezza e certezza per un futuro? Al tempo non era da tutti rifiutare il destino prescelto dai genitori e Rose non solo l’ha fatto, ma ha adottato una nuova identità, basandosi su quell’amore che le ha permesso di liberarsi dall’arroganza nobiliare e da un fidanzato che l’avrebbe costretta a servirlo reprimendo del tutto la sua personalità.

Indipendente: si, perché Rose pensa con la sua testa, non ha paura di fare domande e lanciare provocazioni, storcendo il naso di fronte all’ignoranza dell’epoca, che confinava le donne nella semplice posizione di “accompagnatrici” dell’uomo, che non discutevano di politica ma solo di ricamo e opere teatrali.

Gentile: Rose è una tipetta tutto pepe ma è anche molto sensibile e mostra molto spesso un lato dolce che accetta e comprende le difficoltà che possono affrontare persone di diverso ceto sociale.

Umile: Rose non ha mai avuto la pretesa di sentirsi e comportarsi in modo altezzoso con gli altri. L’ha fatto unicamente con Jack, che la provocava, in quanto sentiva il bisogno di proteggersi dalle sue accuse. Rose è fondamentalmente buona, vede il meglio nelle persone e disprezza il marcio che invece gli altri acclamano.

Semplice ma sofisticata: si, sebbene possa sembrare assurdo, Rose è sia l’una che l’altra cosa. Ama il fumo, ama ballare ma ama anche Monet e l’arte e scorge quella luce, in Jack, che la sprona a vedere oltre, a leggere la semplicità nella gente, nella vita, che le insegna che il mondo è pieno di cose meravigliose e che non ci sono solo il dovere e l’etichetta. Le insegna a vivere, la salva, come la stessa Rose dice alla fine del film.

Anche se la storia d’amore è solo stata ispirata a quella realmente consumatasi sul Titanic tra una nobile passeggera e uno steward, è diventata spunto di riflessione e passione, ha dato vita alla protagonista che acclamiamo oggi e ad un modello di donna fiera e caparbia che ha saputo buttarsi alle spalle una vita che non voleva, abbracciando la libertà, l’incertezza del futuro e che si è costruita un’identità sua, mantenendo la promessa che aveva fatto a Jack e godendosi appieno quel dono che lei stava per sprecare.

Se non è questa una rappresentazione del #GurlzPower….
Cosa ne pensate della nostra Rose? Siete d’accordo con noi?

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV, sul Canale Telegram e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.