GRACE E FRANKIE: La recensione della 5 Stagione

Netflix RECENSIONI SERIE TV
Share

Anche le vecchiette dicono Fa****o!

Se in questi giorni siete bloccati a casa dal maltempo e dai postumi del Blue Monday, il mio consiglio è una bella maratona di Grace e Frankie!
Netflix ha infatti rilasciato lo scorso 18 gennaio la 5 stagione dello show più volte candidato agli Emmys.
Ovviamente non ho potuto che divorarlo tutto d’un fiato.

Attenzione: questa recensione conterrà spoiler, quindi se non avete ancora visto la serie fuggite, sciocchi!

La trama

Alla fine della 4 stagione avevamo lasciato le nostre anziane protagoniste in fuga dalla casa di riposo a bordo di una macchinina da golf, armate solo di un tostapane e un set da fonduta.
Ed è così che le ritroviamo, mentre gloriosamente – più o meno- fanno ritorno sulla loro spiaggia. Arrivate a casa scoprono però con orrore che è stata venduta!
Tuttavia Grace e Frankie non si lasciano scoraggiare e decidono di occuparla abusivamente, fino a convincere la nuova proprietaria, un’eccentrica cantante, a trasferirsi altrove con i suoi maialini.

Robert e Sol invece, dopo essere stati sorpresi dai propri figli in compagnia di un affascinante uomo nudo, si trovano a dover fare i conti con un altro ospite indesiderato.
Infatti Peter, il regista di musical con cui lavora Robert, è ai ferri corti con il marito e decide di trasferirsi a casa loro.

A nulla servono però i tentativi di Robert di compiacerlo e Peter sceglie il giovane Oliver come protagonista del prossimo spettacolo. I tentativi di Sol di difendere il marito peggiorano soltanto la situazione.
Nel frattempo Grace apprende che la Say Grace è sull’orlo della bancarotta a causa della gestione di Brianna. Decide quindi di tornare a lavorare nella sua azienda per salvarla.


Dopo essersi duramente scontrata con la figlia e dopo un inaspettato incontro con il suo ex Nick, Grace si lascia convincere da Frankie a partire per un ritiro spirituale.
Al ritorno dal ritiro Frankie teme di aver perso la sua autenticità e tenta di ritrovare sé stessa. Grace fa di tutto per riconquistare Nick.
I troppi impegni lavorativi la portano però a lasciare Frankie da sola a gestire la Vybrant, con risultati disastrosi.
Le due litigano in malo modo e Grace parte per una vacanza con Nick. Al suo rientro Frankie sembra avere la situazione sotto controllo, ma questo non basta a farle riappacificare.
Solo nell’ultima puntata capiranno di non poter fare a meno l’una dell’altra, ma c’è un problema: Grace ha sposato Nick.

Le mie considerazioni

Grace e Frankie secondo me è una serie davvero deliziosa. Temevo che andando avanti nelle stagioni si sarebbe persa un po’ la vena comica, invece continua ad essere divertentissimo.
Quello che stupisce di questa serie è la capacità di tratteggiare personaggi che, nonostante l’età avanzata, sono ancora in grado di evolversi. Tutti in un modo o nell’altro cambiano puntata dopo puntata.

Ho particolarmente apprezzato la svolta di Grace, disposta a mettersi in gioco per Nick, ma anche a rinunciare al comando pur di non perdere Brianna.

Brianna che anche lei vince una stellina, per aver messo da parte il suo egoismo pur di vedere felice Barry. Loro sono la mia OTP della serie, ma anche Robert e Sol continuano ad essere fantastici insieme.

Mentre cercano di capire che tipo di coppia gay vogliono essere e di recuperare il tempo perduto riescono sempre a strapparmi un sorriso e mi fanno tanta tenerezza.

Mallory e Coyote invece poco presenti, io spero ancora nella ship ma non vogliono proprio farmi contenta!

Frankie a mio avviso sottotono, lo stereotipo della fricchettona comincia ad essere un po’ ripetitivo ma ci stupisce alla fine, dimostrando di saper essere una perfetta wedding planner per Bud e Allison.
Parlando di stereotipi non mi è piaciuta troppo l’ultima puntata. Ho trovato un po’ eccessiva l’esasperazione del carattere dei personaggi, seppur voluta.
Nota di merito invece alla comparsata nelle prime due puntate di Ru Paul, F A V O L O S O.

Esilarante anche il personaggio di Joan Margaret, la ex segretaria di Robert e Sol, molto più presente in questa stagione.

Nel complesso questa stagione mi è piaciuta molto, forse non è la mia preferita tra tutte, ma mi ha fatto ridere e mi ha tenuta comunque incollata allo schermo fino alla fine.

Lo show è già stato rinnovato per una sesta stagione, quindi non ci resta che aspettare per scoprire cos’altro si può fare dopo gli 80 anni!

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.