RECENSIONE YOU 1°Stagione

RECENSIONI SERIE TV
Share

La prima stagione di You, la miniserie targata Fox, è da poco terminata ma sono ancora molte le domande per cui attendiamo risposta.

Quando è stato annunciato il debutto della serie You ero entusiasta, soprattutto perché avrei rivisto Penn Badgley di nuovo all’azione in un ruolo molto più complesso e deviato.
La prima puntata aveva rispettato tutte le mie aspettative, è stato un perfetto inizio, ci ha mostrato quel poco che bastava per farci il quadro della situazione, per farci conoscere i personaggi e il motivo delle loro azioni.
Ma qualcosa nel corso delle puntate è andato storto e il mio l’interesse andava scemando sempre di più, sarò sincera ho recuperato 5 puntate in un giorno solo per mettermi in pari, per vedere cosa era successo senza rimanere vittima degli spoiler.
Fortunatamente andando avanti la serie ha iniziata ad ingranare, certo molti eventi erano imperfetti e poco realistici ma le puntate avevano ottenuto quel qualcosa in più che gli serviva.

Quasi tutte le puntate sono raccontate dal punto di vista di Joe, ma questo non mi ha fatto entrare in empatia con il suo personaggio, che per quanto sia interessante è veramente malato.
Lui ha una versione distorta dell’amore, non è innamorato di Beck è ossessionato da quello che lei potrebbe rappresentare per lui. Inizialmente la vede come un “porto sicuro”, è pronto a fare di tutto per lei poiché è convito che ne valga la pena, anche se questo vuol dire uccidere.

Inizialmente la sua esitazione ad uccidere mi aveva colpito, mostrava la sua umanità, per questo sono rimasta sorpresa quando ha fatto fuori sia Benji che Peach.
Nonostante abbia trovato geniale tutto il processo del tenere attivi i social e giocare la carta del suicidio, ho trovato il tutto molto poco realistico.
Ha lasciato impronte ovunque, persino un barattolo pieno di pipì, eppure nessuno a riuscito a scoprirlo?
Beh, questa parte non mi ha coinvolto, nonostante sia consapevole che tutto questo sia servito a mandare avanti la storia.

Nel corso della stagione la storia d’amore tra Joe e Beck ha avuto più bassi che alti ma solo alla fine la ragazza apre gli occhi e scopre tutta la verità.
Beck non è un personaggio che mi ha particolarmente colpito, l’ho trovato spesso insipido, inutile e molto spesso stupida.
Secondo me, avrebbe potuto  gestire meglio la situazione, e forze se l’avesse fatto sarebbe ancora viva.
Invece, non solo ha perso la vita ma a anche dato a Joe tutto quello che gli serviva per incastrare Nick, lo psicologo.
Che dire, anche questa volta Joe è stato furbo e geniale!

Se c’è una cosa che ho amato è stato il monologo finale di Beck. Ho adorato come le sue parole andassero a pari passo con ciò che stava accadendo, mostrandoci il suo personaggio sotto una prospettiva diversa. Mi ha colpito molto, è stato veramente bello.

E adesso parliamo della vera attrazione di questa serie, Candace.

Fin dalla prima puntata si è creato un alone di mistero intorno a questo nome che ha stuzzicato molto la mia curiosità.
Sono rimasta piacevolmente sorpresa nel vederla ancora viva, visto al tendenza di Joe a far fuori chiunque lo ferisca.
Considerando il rinnovo della serie posso presupporre che la 2°stagione dia maggiore spazio a questo personaggio, dandoci così le risposte che da settimane ci poniamo.
Perché è andata via? E specialmente, perché è tornata?
Qualcosa mi dice che sia più pazza di Joe!

Se devo dare un giudizio completo, la serie è buona. Non ha nulla di particolarmente originale ma riesce a catturare l’attenzione.
Il punto forte è senza dubbio Penn Badgley.
Il suo personaggio può anche non piacere ma non si può negare il magnifico lavoro dell’attore. E’ riuscito a sorprendermi, è cresciuto moltissimo da quando interpretata Dan in Gossip Girl.
Non pensavo di dirlo, ma ha fatto veramente un lavoro meraviglioso con questo personaggio.

 

Fateci sapere cosa ne pensate e per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social.