the walking dead

RECENSIONE The Walking Dead 9×06

RECENSIONI SERIE TV The Walking Dead
Share

Nello scorso episodio di The Walking Dead abbiamo detto addio, almeno per ora, a Rick Grimes, colui che per nove anni ha rappresentato il volto e la linfa vitale dello show. The Walking Dead si trovava quindi questa settimana a un crocevia piuttosto importante. La scomparsa di Rick e il salto temporale di circa sei anni non potevano che rappresentare un cambio di rotta piuttosto brusco.

Per quanto mi riguarda, però, il sesto episodio non incarna solo l’ennesimo nuovo inizio, ma anche il primo vero passo falso di questa nona stagione che fino ad ora aveva fatto piuttosto bene. Chi sei adesso? si intitola l’episodio. E chi è adesso The Walking Dead? La sensazione è quella che, nonostante i cambiamenti, lo show sia ritornato nuovamente ad avvilupparsi attorno a dinamiche già viste e riviste.

L’episodio si apre mostrandoci sprazzi di vita quotidiana dei sopravvissuti. La mancanza di Rick si sente fin da subito. La situazione sembra essere buona, ma la devastazione rappresentata dalle macerie del ponte resta lì come se fosse un monumento a Rick e al suo sacrificio. Nonostante il passare del tempo, Michonne non ha mai smesso di parlare con Rick e elaborare il lutto “non è diventato più facile”. Carol nel frattempo è diventata di fatto “la Regina” di The Kingdom anche se non le piace questo titolo ed è ormai una madre a tutti gli effetti per l’adolescente Henry. Daryl, invece, vive da nomade nei boschi, sentendosi quasi certamente in parte responsabile per la “morte” di Rick.

Intanto, il nuovo gruppetto capitanato da Magna e trovato da Judith nei boschi viene portato ad Alexandria e sottoposto a una specie di processo da parte del consiglio, in cui Michonne si mostra a ragione sospettosa. 

Risultati immagini per the walking dead who are you

Ho apprezzato alcune novità, come per esempio il rapporto tra Negan e Judith così sassy che riesce a farsi valere su tutti. O ancora il fatto che Rick e Michonne abbiano avuto un bambino.

Altre invece mi hanno lasciata alquanto perplessa. Parlo della storia d’amore tra Gabriel e Rosita, ancora meno convincente di quella tra Anne e il prete. O del fatto che Carol dia fuoco al gruppo di Saviors. Era davvero necessario riportarci indietro alla Carol della prigione. Ha davvero senso dopo tutti gli sviluppi?

La novità più grande è però un’altra, ovvero quella degli zombie parlanti. Per qualche secondo di troppo ho davvero pensato che gli zombie avessero parlato e che ci saremmo trovati di fronte a una regressione della malattia in cui i non morti riacquistavano coscienza a poco a poco. Ma poi mi sono ricordata che i villain di questa stagione saranno i Sussurratori e quindi ho dovuto dire addio alla mia teoria salvifica.

Risultati immagini per the walking dead who are you

Insomma, questo episodio è sicuramente – di nuovo – un episodio di assestamento. Ma fino a quando dovremo concederci a episodi di assestamento che giocano sempre sulle stesse dinamiche? Episodi che non approfondiscono i personaggi che già esistono, ma che invece continuano a introdurne di nuovi a cui è quasi impossibile affezionarsi?

Forse sono io che sbaglio a continuare ad aspettarmi qualcosa di diverso dopo nove anni. Forse devo ammettere, una volta per tutte che The Walking Dead ha dato tutto quello che doveva dare. Magari è prematuro, ma la sensazione è che con Rick se ne sia andato anche quel sottile filo che ancora mi teneva legata allo show.

Come sempre grazie per essere ancora qui con noi e un grazie enorme alle fantastiche pagine affiliate: Caryl ItaliaJeffrey Dean Morgan ItaliaAndrew Lincoln Italy. Passate a trovarle e veniteci a trovare anche sulla nostra pagina Facebook!