RECENSIONE Chicago P.D 6×07

Chicago P.D. RECENSIONI SERIE TV
Share

Niente, sta settimana le serie Chicago fanno faville, un episodio più bello dell’altro e Chicago P.D. si conferma la grande serie quale è.

Un episodio del genere, con tutto il ragionamento che c’è dietro, non so in quante serie l’avrebbero mandato in onda, son sincera.

È un episodio bello pesante, diciamola tutta.

Non è così semplice portare un argomento come il terrorismo e la paura del diverso in un contesto come l’America e il mondo come è oggi.

Credo ci voglia del coraggio, del pelo sullo stomaco per dirla tutta, perché è difficile non banalizzare una cosa del genere, non farla diventare scontata e razzista.

È difficile tirarne fuori un insegnamento buono secondo me.

Chicago P.D

Ho apprezzato tanto il personaggio di Jay, perché ancora una volta si è dimostrato all’altezza di qualsiasi tipo di trama, senza alcun minimo dubbio.

Trovo davvero che Jesse Lee Soffer sia migliorato immensamente da inizio serie ad oggi e questi episodi non fanno altro che confermarmelo.

Il suo è uno dei personaggi più completi della serie insieme a quello di Hank Voight, perché ci si è lavorato davvero tanto.

È un personaggio sempre pronto a cambiare idea e mettersi in discussione, senza rimanere troppo piantato sulle sue ideologie.

Credo ne abbia passate davvero tante, troppe, e direi che la cosa si riflette al meglio sul suo personaggio.

Mi piace anche il duo che hanno formato lui ed Hailey, anche se a riguardo ho ancora  molti molti dubbi… dove stiamo andando a parare?

Perché non so voi, ma oggi più che mai a me questi due hanno vagamente ricordato le dinamiche dei Linstead, se fosse possibile uguagliarli.

Non sono convinta, nel caso non si fosse capito.

Troppe cose non mi tornano, diciamo che vedo moltissime cose fatte completamente a caso, dal buttare scene Upstead come se niente fosse a ripiazzare i Burzek come partner lavorativi, a che gioco stiamo giocando autori del mio cuore? Ce la facciamo?

Io accetto anche i Upzek eh, ma perlomeno che diventino una coppia a tutti gli effetti senza scene ambigue nel mezzo, perché così non se ne può davvero più, parola di scout.

Non so, sto ancora aspettando la svolta definitiva, che dia davvero spessore a questa serie, una volta per tutte.

Spero vivamente che gli autori decidano cosa fare da grandi e che reiquilibrino la questione, perché al momento sembra di essere sopra un dondolo che non accenna a fermarsi.

Alla prossima!

Chicago PD Italia  | Patrick John Flueger Italia Marina Squerciati Italia | One Chicago Daily | Schiavo di telefilm Chicago Fire & PD fanclub italia

E se volete commentare gli episodi passate anche dal gruppo Chicago Fire, P.D & MED Italia