Peter Sellers

Peter Sellers: alla riscoperta del camaleonte rosa | Romaff13

CINEMA EVENTI RUBRICHE
Share

Londra, Hollywood e finalmente anche a Roma con la Festa del Cinema.

Nelle ultime settimane sono ossessionato da un uomo in trench e cappello che mi insegue.
Lo ritrovo dappertutto: in strada, negli autobus e nei vagoni della metropolitana. Mi segue e mi punta una pistola addosso! Ma nonostante ciò io non mi spavento, perché so benissimo chi è quel signore baffuto. È Peter Sellers, che nei panni dell’indistruttibile Ispettore Jaques Clouseau ha avuto l’ingrato compito di essere il protagonista dell’immagine ufficiale della 13ª edizione della Festa del cinema di Roma.
Dico “ingrato” perché non sempre le cose vanno per il verso giusto nel auditorium romano in questo periodo: sale inadatte alle proiezioni di film, code interminabili e un’organizzazione distratta degli spazi si riconfermano anche quest’anno i punti deboli della manifestazione cinematografica della capitale.

Eppure riportare in auge un personaggio chiave del panorama mediale della seconda metà del XX secolo non è una cosa da poco.
Celebrare e contribuire al ricordo di un artista poliedrico dall’estero geniale come Peter Sellers a distanza di quasi quarant’anni dalla sua scomparsa, non è un’operazione da dare per scontata.

Peter Sellers

Sarà forse il 2018 l’anno fortunato?
Perché anche all’interno della 75ª Mostra del cinema di Venezia conclusasi poco più di un mese fa è stato presentato un documentario a tema Sellers: lo straordinario e metalinguistico The Ghost Of Peter Sellers diretto da Peter Medak, dove è lo stesso regista a raccontare in prima persona le disavventure legate al suo film mai portato a termine, Ghost in the Noonday Sun, con protagonista Sellers.
Peter Sellers

Interprete istrionico, maestro della metamorfosi vocale, infallibile mattatore de decenni ‘60-‘70, l’attore britannico è stato in vita simbolo dell’eccellenza comica anglosassone e del cinema della Swinning London.

Nato nel 1925 come Richard Sellers – nome in seguito modificato in memoria del fratellino scomparso prematuramente – inizia a muovere i suoi primi passi in arte con lo storico programma radiofonico The Goon Show. Da lì una carriera di tutto rispetto: quattro interpretazioni in due film di Stanley Kubrick (nel mitico Il dottor StranamoreOvvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba fa ben 3 personaggi), tre candidature all’Oscar e la partecipazione a una serie di pellicole memorabili che lo consacrano a mostro sacro della comicità mondiale.
Una delle vette più alte viene raggiunta nel 1968 con Hollywood Party  di Blake Edwards nei panni di una comparsa indiana imbucata ad un party dell’Hollywood bene; sfido chiunque a non ridere nella scena in cui la figurazione muore “lentamente” suonando il corno!
Ma lo storico sodalizio con in regista americano di Colazione da Tiffany rimarrà negli annali per la creazione della celebre saga in sei capitoli de La Pantera Rosa e con essa anche l’intramontabile colonna sonora di Henry Mancini e l’iconico cartoon con il felino roseo.
Ma più la fama della sua creatura spocchiosa e imbranata aumenta, più il buffo Jaques Clouseau ha richiamo sul grande pubblico e più le certezze dell’attore si fanno fragili.
Il personaggio che lo aveva portato all’apice del successo diventa ben presto un peso, un fardello pesante che lo porta a fare i conti con se stesso, con l’immagine di un clown ormai intristito.
Da qui nasce il desiderio di voltare pagina e di abbracciare un nuovo registro di recitazione. Nello specifico, l’amore sboccia con la scoperta del romanzo Oltre il giardino dell’autore polacco Jerzey Kosinski e dello stralunato Change Giardiniere, uomo di mezz’età che ha come unico collegamento con il mondo esterno la realtà filtrata dalla televisione.
È il penultimo film di Sellers, che gli vale la terza candidatura all’Oscar, premio depredato in calcio d’angolo dal Dustin Hoffman di Kramer contro Kramer.
L’incredibile vita artista e privata dell’altalenante attore è stata raccontata in un bellissimo film, Tu chiamami Peter, dove a interpretare Peter Sellers c’è un instancabile Geoffrey Rush, a dir poco sorprendete e quasi irriconoscibile dall’originale.
Peter Sellers
Insomma, ci sono mille ragioni per riscoprire questo straordinario divo made in england dal 18 al 28 ottobre alla Festa del cinema di Roma. U
n’occasione unica per ridere e applaudire in sala alcuni dei capolavori comici degli ultimi sessant’anni.

Una rassegna di 11 titoli (non tutti capolavori c’è da dire) che riassumono perfettamente la folle carriera di un straordinario camaleonte cinematografico, una personalità artistica talmente raffinata e multiforme da suscitare invidia e devozione tra gli attori della nostra contemporaneità.

La retrospettiva dedicata a quello che il curatore Mario Sesti ha sapientemente definito un autore/attore si terrà nei luoghi della Festa del cinema di Roma, nelle giornate dal 19 al 27 ottobre.

Di sotto l’elenco completo dei film ospitati:

BEING THERE | OLTRE IL GIARDINO
di Hal Ashby, Stati Uniti, 1979, 130’
Cast: Peter Sellers, Shirley MacLaine, Melvyn Douglas, Jack Warden, Richard Dysart, Richard Basehart

STRANGELOVE OR: HOW I LEARNED TO STOP WORRYING AND LOVE THE BOMB | IL DOTTOR STRANAMORE, OVVERO: COME IMPARAI A NON PREOCCUPARMI E AD AMARE LA BOMBA
di Stanley Kubrick, Stati Uniti, Regno Unito, 1964, 95’
Cast: Peter Sellers, George C. Scott, Peter Bull, Sterling Hayden, Slim Pickens, Keenan Wynn

I’M ALL RIGHT JACK | NUDI ALLA META
di John Boulting, Regno Unito, 1959, 105’
Cast: Ian Carmichael, Terry-Thomas, Peter Sellers, Richard Attenborough, Dennis Price

LOLITA
di Stanley Kubrick, Regno Unito, 1962, 154’
Cast: James Mason, Sue Lyon, Shelley Winters, Peter Sellers, Marianne Stone, Diana Decker

TOPAZE | IL PIACERE DELLA DISONESTÀ
di Peter Sellers, Regno Unito, 1961, 97’
Cast: Peter Sellers, Nadia Gray, Herbert Lom, Leo McKern, Martita Hunt

MURDER BY DEATH | INVITO A CENA CON DELITTO
di Robert Moore, Stati Uniti, 1976, 94’
Cast: Alec Guinness, Peter Falk, Peter Sellers, Eileen Brennan, Truman Capote, David Niven, Maggie Smith, Elsa Lanchester

THE LADYKILLERS | LA SIGNORA OMICIDI
di Alexander Mackendrick, Regno Unito, 1955, 91’
Cast: Alec Guinness, Cecil Parker, Herbert Lom, Peter Sellers, Danny Green

THE MILLIONAIRESS | LA MILIARDARIA
di Anthony Asquith, Regno Unito, 1960, 90’
Cast: Sophia Loren, Peter Sellers, Alastair Sim, Vittorio De Sica, Dennis Price

THE MOUSE THAT ROARED | IL RUGGITO DEL TOPO
di Jack Arnold, Regno Unito, 1959, 83’
Cast: Peter Sellers, Jean Seberg, William Hartnell, David Kossoff, Leo McKern

THE PARTY | HOLLYWOOD PARTY
di Blake Edwards, Stati Uniti, 1968, 96’
Cast: Peter Sellers, Claudine Longet, Marge Champion, Buddy Lester, Denny Miller, Gavin MacLeod

THE PINK PANTHER | LA PANTERA ROSA
di Blake Edwards, Stati Uniti, 1963, 115’
Cast: David Niven, Peter Sellers, Claudia Cardinale, Capucine, Robert Wagner, Riccardo Billi

WHAT’S NEW PUSSYCAT | CIAO PUSSYCAT
di Clive Donner, Stati Uniti, Francia, 1965, 108’
Cast: Peter O’Toole, Peter Sellers, Woody Allen, Ursula Andress, Romy Schneider, Paula Prentiss, Capucine

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.