RomaFF13: RECENSIONE Boy Erased, il film di Joel Edgerton con Lucas Hedge

CINEMA EVENTI NEWS RECENSIONI
Share

Boy Erased, il film di Joel Edgerton alla Festa del Cinema di Roma

Boy Erased è la seconda regia di Joel Edgerton che, dopo The Gift (2015), dirige un cast notevole composto da Lucas Hedges, Nicole Kidman e Russell Crowe alla prese con una storia di tormento e che ci rende consci di un mostro ancora attuale.

Quello dei centri di conversione per giovani omosessuali – ancora attivi negli Stati Uniti – sembra essere il tema principe di questo anno cinematografico.

La pellicola è già il secondo film, dopo The Miseducation of Cameron Post, ad indagare questo contesto nella selezione della 13a Festa del Cinema di Roma.

La trasposizione delle memorie di Garrard Conley

Basandosi sul libro di memorie di Garrard Conley, Joel Edgerton dirige e sceneggia con efficaccia la storia di Jared (Lucas Hedge). La pellicola descrive la sua scoperta identitaria, le torture emotive a cui viene sottoposto, ma soprattutto racconta del sofferto viaggio di comprensione dei suoi genitori.

Jared, che confessa al padre pastore (Russell Crowe) e alla madre accondiscendente (Nicole Kidman) di essere gay, viene costretto ad unirsi al programma riabilitativo Love and Action. Qui entra immediatamente in contrasto con Victor Sykes, il subito detestabile terapeuta, interpretato dallo stesso Joel Edgerton.

Insieme alla vita della clinica, la storia si muove sul binario parallelo che riavvolge la pellicola e la manda avanti a singhiozzi per ricostruire i momenti dell’autoscoperta di Jared e dello scontro determinante con il padre.

La prima parte, forse un pò lenta e sofferta nella sua costruzione, fa risaltare colpendo lo spettatore nel secondo tempo del film, quando finalmente assistiamo alla presa di coscienza della madre di Jared, tanto davanti alla sessualità del figlio quanto davanti alla sua fede.

“Amo Dio e Dio ama me. E io amo mio figlio.” 

See me fly, lasciami volare

Prima violenta ed emotivamente distruttiva, l’affermazione sessuale di Jared trova un corpo proprio all’interno della pellicola che non lascia dubbi o riflessioni eccessive ma apre il confronto con i fuorvianti dogmatismi del padre, costretto a guardarsi con vergogna ma lasciandogli aperta la via della vera redenzione.

La bellissima colonna sonora, costituita dalle musiche di Danny Bensi e Sander Jurriaans insieme al brano See me fly di Michael Barbera, scandisce gli alti e i bassi della storia guidandoci anche nei momenti più sopiti.

Boy Erased è stato presentato lo scorso settembre al Telluride Film Festival, in Italia dovrebbe uscire nelle sale il 7 febbraio 2019.

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.