James Gunn

Suicide Squad 2: James Gunn alla sceneggiatura e forse alla regia dopo il licenziamento dalla Disney

CINEMA NEWS
Share

Warner Bros raccoglie le ceneri della Disney

James Gunn entra nel team di Suicide Squad 2 dopo il licenziamento dal Marvel Cinematic Universe

James Gunn è stato ingaggiato dalla Warner Bros e dalla DC per scrivere e forse dirigere il prossimo film sulla Suicide Squad. È il primo lavoro dopo l’uscita dalla Disney. A luglio, infatti, Gunn è stato licenziato dal redditizio franchise dei Guardiani della Galassia, in seguito alle polemiche scaturite da alcuni vecchi e controversi tweets che alcuni giornalisti della destra alternativa avevano ripescato ed inviato alla casa di Topolino.

Inizialmente Warner Bros aveva pensato al regista Gavin O’Connor, impegnato invece alla regia del nuovo drama di Brad Ingelsby Torrance, che lo vede riunito al protagonista di The Accountant (2016) Ben Affleck.

Approfittando dell’uscita dal MCU, lo studio è subito entrato in trattative con Gunn per intervenire e sviluppare il nuovo film.

Con il licenziamento ufficiale da progetto dei Guardiani della Galassia 3, Warner Bros ha potuto concludere l’accordo. La vicenda Disney-Gunn è stata scioccante, ma numerosi studi hanno dichiarato a Deadline di essere ansiosi di trovare un progetto su cui lavorare insieme a Gunn, che aveva già scritto il terzo capitolo dei Guardiani. La sua seconda pellicola per il MCU aveva incassato 863 milioni di dollari, superando in lordo l’incasso del primo film. È stato facile per gli studi allontanare i diversi registi investiti dal movimento #MeToo, ma Gunn è stata l’eccezione condivisa. Molti hanno avvertito il suo tentativo di essere provocatorio nel momento in cui usciva dalla Troma come un atteggiamento di sole parole, anche se i suoi messaggi erano indifendibili.

Gunn apporterà sicuramente un’impronta nuova alla Suicide Squad, che con il primo capitolo diretto e sceneggiato da David Ayer ha incassato 746 milioni.

Il franchise ha già generato lo spinoff Birds of Prey. Quest’ultimo rivedrà Margot Robbie con la sua Harley Quinn in un film femminile che sarà diretto da Cathy Yan, con Mary Elizabeth Winstead che interpreterà Cacciatrice e Jurnee Smollett-Bell come Black Canary.

A seguito del licenziamento di Gunn dalla Disney, in concomitanza con il Comic-Con di San Diego, i membri del cast dei Guardiani si sono espressi a favore del regista, implorando la riconsiderazione della Disney. Nel successivo incontro tra Gunn e Alan Horn lo studio, tuttavia, non ha voluto ritrattare le proprie posizioni.

Non è ancora chiaro chi dirigerà – e se ci sarà – il prossimo film dei Guardiani.

Una speculazione vorrebbe Taika Waititi (Thor: Ragnarok) come logico candidato, data la natura insolita del suo Thor che molto si avvicina alla stravaganza dei Guardiani. Non è chiaro se ciò accadrà, ma sarà più facile per un altro regista prendere le redini con l’entrata di Gunn nella casa rivale.

Dato l’approdo di Gunn alla Suicide Squad, non sorprenderebbe se si trovasse spazio anche per Dave Bautista, che ha interpretato il muscoloso Drax nei primi due film dei Guardiani. Bautista, infatti, è stato particolarmente duro contro le dichiarazioni della Disney a Gunn.

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social. Se avete suggerimenti o volete entrare a far parte del nostro team, inviateci una e-mail oppure contattateci sui nostri social.

Fonte