#PilotAdvice RECENSIONE You 1×01

ORIGINALI Pilot Advice RECENSIONI SERIE TV
Share

PILOT ADVICE
CONVIENE O NON CONVIENE INIZIARE UNA NUOVA SERIE TV? SCOPRIAMOLO IN QUESTA NUOVA RUBRICA DEDICATA AI PILOT.


Settembre è il mese preferito dai telefili, tornano le vecchie serie che tanto amiamo -e che sono sopravvissute al rinnovo- e arrivano anche nuovi show tutti da scoprire.

Oggi torno per parlavi di una delle serie che stavo aspettando con trepidazione: You.
La serie targata Lifetime è un thriller basato sul romanzo di Caroline Kepnes, che vede come protagonisti Penn Badgley e Elizabeth Lail.

Penn Badgley è ritornato sul piccolo schermo col botto, dopo il successo di Gossip Girl, questo è il primo ruolo importante per l’attore.
Quello di Badgley è un personaggio complesso, enigmatico e affascinante. In questa prima puntata ci ha mostrato i due lati del suo essere, da una parte un inquietante Stalker e dall’altra un ragazzo premuroso e gentile che si prende cura degli altri. Badgley si è dimostrato veramente bravo a gestirle entrambe.

Un altro ruolo importante è quello di Elizabeth Lail.
Personalmente ho adorato la sua performance in Dead of Summer e non vedevo l’ora di rivederla in azione.

Beck rappresenta un po’ tutti noi, è una ragazza che lotta per ottenere dei risultati, ha una vita complicata che non mostra a nessuno, preferisce esprimere il suo dolore attraverso la poesia e mostrare sui social qualcuno che in realtà non è.
Ed è proprio questo ad attirare l’attenzione di Joe, lui cerca qualcuno che non deluda le sue aspettative, qualcuno di autentico e che possa offrirgli ciò di cui lui ha bisogno, e che crede di aver trovato in lei.

Sarò schietta, l’inizio mi ha scoraggiata.

Premetto che prima avevo visto il pilot di God Friended Me, quindi vedere che entrambe le serie avevano la stessa apertura mi ha un po’ infastidito.
Inoltre mi è sembrata fin da subito un mix tra Eye Candy e The Fall, due serie che come ben sappiamo non sono mai riuscite a decollare.
Ma più andavo aventi con la visione più i piccoli dettagli di questo iniziavano ad incuriosirmi.
E’ una cosa già vista, ma mi piace come viene trattato il tema dei social medie e come quest’ultimi ci rendano vulnerabili.

Purtroppo viviamo in un epoca in cui rendere pubblico tutto ciò che facciamo è quasi indispensabile, siamo dipendenti  dai social, ci piace condividere foto, pensieri, conversazioni non riflettendo su quanto tutto ciò e in questo caso ci mette in pericolo.
La serie viene raccontata dal punto di vista dello stalker, Joe, in apparenza un semplice ragazzo, uno di quelli gentili e intelligenti che chiunque vorrebbe frequentare.
Joe lavora in una libreria ed è proprio lì che incontra Beck, una studentessa di poesia che cattura subito l’attenzione del ragazzo.
Joe ne diventa ossessionato e passa dal stalker sui social a quello dal “vivo”. Spia ogni suo movimento, ogni sua relazione, e si lascia trasportare dal desiderio di una rapporto con lei.

Questi sono i momenti che più ho apprezzato di questa prima puntata, la tensione era altra, è stato inquietante vedere fin a che punto il ragazzo può spingersi per ottenere quello che vuole.
C’è una sorta di oscurità che ha reso il tutto molto più avvincente.

YOU, che è stato già rinnovato per la 2°stagione, è riuscito a guadagnarsi la giusta attenzione ma riuscirà a soddisfare le nostre aspettative?

Per adesso, posso dire che questo pilot è stato PROMOSSO!
(con la speranza che Beck compri delle tende.)

 

Fateci sapere cosa ne pensate e per rimanere sempre aggiornati sulle novità, seguiteci sulla pagina Facebook, sul gruppo dedicato a Cinema&TV  e sugli altri social.