emmy

Emmy: Netflix batte HBO nelle candidature

Netflix NEWS SERIE TV
Share

Al gioco del trono o vinci o muori. A quello degli Emmy puoi essere detronizzato da Netflix.

È quello che è successo a HBO che per la prima volta agli Emmy, i cosiddetti “Oscar della televisione”, è stata detronizzata da Netflix che ha ottenuto il maggior numero di nomination.

Per la prima volta, il servizio di streaming ha battuto la celebre tv via cavo americana che fino ad ora ha sempre avuto la meglio.

Netflix ha ottenuto 112 nomination a fronte delle 108 della regina HBO. Nemmeno il ritorno di Game of Thrones, di nuovo in gara con la settima stagione che lo scorso anno non era stata trasmessa in tempo per essere eleggibile, è riuscito a contenere il ciclone Netflix. NBC si aggiudica il terzo posto con 78 nomination, mentre FX è quarta avendone 50.

Tra i titoli maggiormente nominati tiene però sempre testa Game of Thrones con 22 nomination. Seguono Saturday Night Live (21), Westworld (21), The Handmaids Tale (20) e Atlanta (18). E ancora The Marvelous Mrs. Maisel (14) and Barry (13).

Immagine correlata

Ma come ha fatto Netflix a battere HBO senza avere nessun titolo tra le 8 serie più nominate?

Nella stessa maniera in cui il colosso dello streaming riesce ad essere una piattaforma così competitiva: non fa pochi show estremamente bene, ma ne fa molti molto bene.

Netflix ha infatti accumulato le sue nomination su 40 show totali. The Crown ha vinto 13 nomination, Stranger Things 12 e Glow 10. E ancora, 7 per Black Mirror e 5 per Ozark e via così fino a raggiungere il totale di 112.

Inoltre, Netflix impiega una parte consistente delle sue entrate per favorire il marketing rivolto alla stagione dei premi. Anche HBO lo fa, ma come abbiamo detto Netflix aveva molti candidati. Per esempio, per pubblicizzare Glow ai votanti della TV Academy, Netflix ha comprato 13 spazi pubblicitari e ha organizzato ben tre eventi For Your Consideration dedicati allo show.

“Ci congratuliamo con i nostri partner creativi per il loro successo senza precedenti, che ha fatto guadagnare a Netflix la posizione di leader con 112 nomination” ha dichiarato Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, in un comunicato stampa. “Siamo particolarmente entusiasti di vedere l’ampiezza della nostra programmazione celebrata con nomination che coprono 40 titoli, nuovi e non, che mostrano la varietà e l’estensione del nostro programma: commedie, drama, film, documentari, varietà e animazione.”

Anche HBO ha rilasciato una dichiarazione, leggermente meno entusiasta: “HBO è molto felice delle sue 108 nomination, soprattutto per il fatto che coprano così tante categorie. Siamo grati a tutti i nostri nominati per aver fatto sì che questo sia l’ottavo anno in cui superiamo le 100 nomination. Non vediamo l’ora che sia il 17 settembre.” Tradotto: abbiamo fatto un ottimo lavoro e vediamo chi vincerà!

Non ci resta che scoprire il 17 settembre chi avrà effettivamente la meglio. Voi per chi tifate?

Se volete dirci la vostra, parliamone insieme nel nostro gruppo Facebook dedicato a Cinema&TV o sul nostro server Discord!

Avete suggerimenti o volete far parte del nostro team? Contattateci sui social o tramite la nostra email!

FONTE