Lucifer

RECENSIONE Lucifer 3×21

Lucifer RECENSIONI SERIE TV
Share
Previously on Lucifer…

Sempre più vicini al gran finale di Lucifer

Solo il finale ha salvato sta puntata di Lucifer.

Gente, io così non ce la posso fare, davvero.

Tutto ciò sta diventando uno strazio, un gatto che si morde la coda.

No, la trama che al momento gira intorno a Lucifer non mi sta piacendo assolutamente.

Le puntate sono anche carine di per sé, ma trovo davvero sconclusionata la storia legata al nostro protagonista.

Se in ogni personaggio vedo qualcosa di nuovo, di diverso, quello che vedo in Lucifer non mi piace.

Trovo che se questa serie davvero vuole una quarta stagione deve assolutamente cambiare marcia: capiamoci, davanti abbiamo un personaggio che non sa scegliere, restando in balia degli eventi.

Bisogna scegliere, o prendere la strada più oscura o fare la rivoluzione.

Perché capiamoci, abbiamo avuto davanti Lucifer che per quaranta minuti ha fatto il bambino viziato.

Sbattere i piedi, fare le ripicche come i bambini, non è ciò che mi aspetto da un personaggio del genere.

Ed è per questo che ho apprezzato a pieno solo il finale, perché è quello che voglio vedere.

Voglio vedere Lucifer consapevole dei suoi limiti, consapevole delle sue scelte.

Lucifer deve scegliere: umano o divino.

E da tale deve comportarsi, accettando il bello ed il brutto della scelta.

Perché essere umani significa aprirsi a qualsiasi emozione, positiva o negativa che sia.

E perché no, approcciarsi in un modo normale a quella povera donna chiamata Chloe.

Mai come oggi mi sento solidale alla ragazza, perché io li avrei già spediti da un po’entrambi.

lucifer

Lucifer perché è un bambino, Marcus perché è bipolare.

Non che io trovi questo bipolare malsano eh, perché anche lui ha le sue ragioni, ma dopo un po’ stanca.

Diciamo che, al posto di concentrarsi sulle problematiche dei maschietti, mi piacerebbe che si concentrassero su Chloe.

Benedetti autori, sta donna è in grado di togliere il marchio e nessuno se la considera?

Pensate davvero che la spiegazione che viene dal miracolo di Amenadiel deve bastarmi?

No, scordatevelo.

Voglio una storyline approfondita!

Cioè, preferisco mille volte la storyline di Charlotte, che nonostante sia abbastanza incasinata, almeno c’è.

Infatti sto apprezzando particolarmente il trattamento riservato alla nostra vecchia mamma, che finalmente ha uno spazio.

Mi piace come lei e Amenadiel collaborino per risolvere la situazione, meglio di come farebbe Lucifer.

Ecco, un’altra cosa che sto notando: tutti fanno team tranne lui.

Bene o male tutti i personaggi si stanno sforzando a fare funzionare la situazione, o rigirarla a proprio favore.

Che sia Maze, Linda, Amenadiel o chi altro, ognuno sta facendo qualcosa nel suo piccolo.

Apprezzo che tutti stiano provando ad uscire dalla staticità e perché no, dall’inutilità.

Linda ed Amenadiel specialmente, beh, hanno fatto un salto di qualità.

Specialmente la prima, apprezzo davvero il modo in cui sia riuscita a far aprire Lucifer.

Sarà banale, ma per tre stagioni lei ha lavorato nell’ombra per cercare di tirarne fuori qualcosa di buono.

Ha parlato con Lucifer, l’ha fatto aprire, si è presa il suo fardello divino, quindi beh, touchè.

Amenadiel beh, resta inutile ma almeno prova a far qualcosa di costruttivo.

Diciamo che dopo tre anni, ha trovato come rendersi realmente utile aiutando Charlotte.

Lucifer, aspettiamo solo la tua svolta.

-2 al finale, alla prossima!

Passate dalle nostre affiliate per rimanere sempre aggiornati sulla serie Tom Welling Italia Lucifer Italy