agents

RECENSIONE Agents of S.H.I.E.L.D. 5×16

Agents of S.H.I.E.L.D. RECENSIONI SERIE TV Uncategorized
Share

Ben ritrovati con un’altra recensione di Agents of S.H.I.E.L.D.

In questa puntata vediamo la ricomparsa di un personaggio che era scomparso da qualche episodio: Robin.

La bambina, che noi avevamo già visto morire nel futuro, fa il suo ritorno per aiutare gli agenti a ritrovare Coulson. All’inizio però non è molto collaborativa e si chiude in se stessa smettendo anche di disegnare. Inizialmente Daisy prova a parlarle cercando di interpretare quelli che sono i sentimenti della ragazza. Anche lei, d’altronde, ha dovuto affrontare dei poteri da cui era terrorizzata.

La scena è stata piuttosto carina e ci ha permesso di vedere Daisy sotto una luce diversa da quella che abbiamo visto in tutto il resto dell’episodio.

A scuotere Robin sarà però May. Quando le due si riuniranno infatti, la veggente ritorna a comunicare e in questo modo gli agenti riescono ad ottenere finalmente un indizio su dove si trovino Coulson e Talbot. Il momento in cui le due si abbracciano è stato di una tenerezza unica, ed è servito a spezzare un po’ la tensione che si stava accumulando in quel momento.

Nel Faro intanto Simmons e Yo-Yo sono sempre più convinte di essere invincibili, e per questo pensano di poter correre qualsiasi rischio. Per questo organizzano un piano per liberare Fitz e intrappolare Mack in modo che l’uomo non li possa fermare. Pensandoci un attimo il loro ritenersi invincibili non è completamente esatto. Se infatti la loro missione consiste nel salvare il futuro, allora il futuro che loro hanno visto non esisterà più. Di conseguenza non possono essere certe di non poter morire. Tralasciando questo, il loro comportamento è stato un po’ esagerato. Resta comunque da sperare che riescano a sopravvivere tutti e tre fino alla fine.

Nel frattempo, nella base dell’ Hydra Creel prova ad assorbire il gravitonium che però lo “attacca” e inizia ad insinuarsi nella sua mente. Nonostante una piccola divergenza avuta all’inizio, finisce poi per unirsi a Coulson e insieme a Talbot iniziano a fuggire dalla base. Durante la fuga lo vediamo all’opera nel distruggere tutti i soldati di Hale tranne Ruby, con cui inizia una battaglia piuttosto violenta. La scena è stata davvero ricca di azione e ha tenuto sulle spine in ogni sua parte. Alla fine lo scontro è finito in parità quando Hale è intervenuta per fermarli. Intanto, però, Coulson e Talbot sono riusciti a fuggire attraverso il macchinario utilizzato dal generale per comunicare con la Confederazione.

Il team Coulson è sempre più vicino a ritrovare il proprio leader ma intanto Simmons, Fitz e Yo-Yo si preparano a lanciarsi in una missione che si prospetta, come al solito, non facile.

Questo perchè se i tre finiscono per andare nella base dell’Hydra da soli potrebbero non riuscire a sconfiggere tutti gli assi nella manica del generale. Vedremo cosa succederà nel prossimo episodio intitolato Honeymoon; chissà se il titolo vuole spoilerarci qualcosa…

Prima di chiudere faccio un ringraziamento speciale va alla pagina di Chloe Bennet Italia che permette la diffusione di questa recensione. Inoltre ringrazio Traduttori Anonimi che crea i sottotitoli di questa serie per noi.

Infine ci tengo a ricordarvi che per rimanere aggiornati sulle vostre serie tv e film preferiti potete seguirci sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate che se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci.