ready player one

Niente discussioni sul salario: parlano le stars di Ready Player One

CINEMA NEWS
Share

Nonostante la continua disparità di sessi nel salario, Tye Sheridan e Olivia Cooke non hanno mai parlato del loro stipendio.

Negli ultimi mesi, la disparità di stipendio tra sessi nel lavoro è stato ed è ancora molto caldo da trattare, ma a quanta pare non è stato così sul set di Ready Player One, nuovo successo di Steven Spielberg.

Tye Sheridan in Ready Player One

Nessuno ha mai sollevato l’argomento, d’accordo con quests scelta erano anche Tye Sheridan e Olivia Cooke, le stars del film.

Non ne abbiamo mai parlato [dello stipendio]. Mi è stato da sempre insegnato a non chiedere dei soldi. Penso che sia piuttosto scortese.” Cooke ha rivelato in un’intervista per BBC News antecedente alla premiere europea di Ready Player One a Londra, precisamente a Leicester Square (dove per l’occasione davanti al cinema Vue West End è stata parcheggiata una Delorean).

“Certo, nemmeno io. Io e Olivia non abbiamo mai discusso la questione”, ha aggiunto Sheridan.
Cooke ha precisato che ha pensato che fosse “magnifico” che la conversazione fosse incentrata su altro, rimanendo nonostante legata al movimento Time’s Up, che stava prendendo sempre più piede.
“Sento come se questo sia perfetto per me, essere un’attrice durante questo movimento. Non mi sono mai sentita così supportata e appassionata con le mie compagne,” ha rivelato.

I suoi pensieri sono arrivati il giorno seguente alla dichiarazione di Spielberg stesso agli Empire Awards, che sostiene con forza il movimento Time’s Up, definendolo come uno “spartiacque” per l’industria. E voi che ne pensate di questa scelta da parte delle star del film e del regista stesso?

Voi andrete a vedere il film?
Ecco il trailer di quello che sembra essere l’ultimo capolavoro di Spielberg:

Continuate a seguirci per altre news su questa serie e molte altre anche sulla nostra pagina Facebook. Non dimenticate che se avete idee da proporci o volete unirvi al nostro team potete contattarci tramite email o sui nostri canali social!

Fonte