The Walking Dead

RECENSIONE The Walking Dead 8×13

RECENSIONI SERIE TV The Walking Dead
Share

Che cosa abbiamo fatto noi poveri spettatori di The Walking Dead per meritarci tutta questa sfilza di bambini idioti?? Se il piccolo Henry già non mi aveva convinto fin dall’inizio, dopo questo tredicesimo episodio sono ancora più ferma sulla mia posizione.

Mentre The Walking Dead si avvicina sempre di più al finale di stagione, Do not send us astray si presenta come un ottimo episodio ricco di spunti. Mancano solo tre episodi al finale di questa ottava stagione e la serie per fortuna sta infilando un episodio buono dopo l’altro.

Dopo l’aspro scontro tra Negan e Rick nello scorso episodio, il gruppo è ora pronto a subire l’attacco dei Saviors, ma non saranno colti impreparati. Il gruppo infatti li sta aspettando e ha messo a punto un piano che funziona. Nonostante Dwight tenti di convincere Simon a non attaccare, l’uomo è sempre più deciso a porre fine una volta per tutte allo scontro con Rick e i suoi.

518

Nei momenti concitati che seguono lo scontro, Hilltop riesce a mettere in fuga i Saviors. Nella notte, però, i feriti si trasformano in zombie e seminano panico e morte. Il piano di Negan in fondo ha funzionato. A peggiorare la situazione ci pensa, appunto, Henry. Il ragazzino, infatti, continua ad essere accecato dalla vendetta e entra nel recinto in cui sono tenuti i Saviors prigionieri per cercare l’assassino di suo fratello. Nel momento in cui esplode il caos a causa degli zombie, i Saviors approfittano della situazione e fuggono attraverso la porta lasciata aperta da Henry.

Non tutti loro fuggono, però. Un gruppetto, capitanato da Dillon, si ferma e anzi li aiuta. Lo stare con i Saviors non vuol dire necessariamente essere Saviors.

 

PROMOSSI

Tara: durante lo scontro, Simon sta per sparare a Tara, ma Dwight lo precede e la colpisce al braccio con una freccia. Dwight in questo modo le salva la vita (anche se mi sono chiesta come mai non abbia direttamente colpito Simon, avrebbe potuto farlo) e Tara questo lo riconosce. Capisce anche che se lei non si fosse accanita contro di lui, Dwight non sarebbe stato costretto a tornare coi Saviors per proteggerli. A non capirlo invece è Daryl, che sta dimostrando di essere particolarmente arrabbiato verso Dwight. Tara capisce che anche Dwight merita una seconda possibilità, così come l’ha avuta lei quando ancora era con il Governatore.

Il gruppo sembra poi preoccupato che anche Tara possa essere infetta, ma secondo me l’arma di Dwight era pulita. Anche perché se no, non credo che l’avrebbe colpita.

Dillon: il giovane Saviors prigioniero si sta dimostrando un personaggio interessante. E’ colui che fa da mediatore con Maggie ed è una persona che sembra razionale e sincera. Io credo che rappresenti quel “dopo” di cui parlava Carl. Quel “dopo” da cui ripartire per vivere insieme e in pace, per ricostruire.

2099

BOCCIATI

Henry: come già dicevo a inizio recensione, perché tutti i bambini in The Walking Dead devono essere idioti?? Henry non ascolta una sola cosa di quelle che gli vengono dette e non solo mette in pericolo se stesso, ma adesso anche gli altri. Fastidioso.

L’infezione: il metodo di Negan si è rivelato vincente. Nonostante funzioni bene dal punto di vista della storia, non mi ha convinto pienamente però. In particolare è stato un po’ un deja-vu della prigione, ma soprattutto alcuni dettagli non avevano molto senso. Per esempio, non c’era nessuna sentinella sveglia nonostante la situazione di potenziale attacco. Le porte, anche quelle esterne, erano aperte. E poi nessuno si è svegliato sentendo i rumori e gli zombie non sono proprio creature silenziose.

2104

Il gruppo, e in particolare Maggie che si sta dimostrando un leader sempre più capace, ha capito ancora una volta che tutte le vittorie, anche quelle parziali, hanno sempre un prezzo. L’episodio è stato bello e coinvolgente. Questi nuovi personaggi che stanno emergendo sono particolarmente interessanti: Dillon e Siddiq su tutti. Al contrario, un veterano come Daryl, che io ho sempre amato, fa sempre più fatica a emergere davvero come faceva un tempo.

Come sempre ringrazio voi per essere ancora qui con noi e ringrazio le fantastiche pagine affiliate:  Caryl ItaliaJeffrey Dean Morgan ItaliaNorman Reedus ItaliaAndrew Lincoln ItalyThe Walking Dead-Italy. Passate a trovarle e veniteci a trovare anche sulla nostra pagina Facebook!