the fosters

RECENSIONE The Fosters 5×18 e 5×19 – Spring Finale

RECENSIONI The Fosters
Share

Benritrovati con una nuova recensione di The Fosters. Questi due episodi sono stati davvero un crogiolo unico di emozioni come mai si era visto nella serie.

Mentre il giorno del diploma si avvicina, Brandon fa domanda per entrare al Musician’s Institute. Una viaggio romantico e divertente per la coppia; ma il male è dietro l’angolo. La terapia genica non ha funzionato e Grace inizia poco a poco a morire. Alla fine, dopo aver ascoltato un’ultima canzone da parte di Brandon la ragazza si addormenta per sempre. Questa è stata per me una delle scene più triste della serie e di certo tutti in quel momento avremmo voluto abbracciare il ragazzo, per cercare di dargli la forza di rialzarsi. Una scena davvero ben riuscita che è stata in grado di riflettere tutte le emozioni dei due ragazzi in quell’ultimo momento.

Ma ecco che arriva Callie che in qualche modo convince il musicista a rialzarsi. I fan dei Brallie in quel momento avranno di sicuro esultato, anche se alla fine le loro speranze si sono infrante.

Così per due puntate continuano le battaglie di tutta la famiglia: Jude che sembra aver ormai perso la ragione, Mariana che non è stata ammessa allo stage estivo e Stef che dichiara guerra al detective Gray.

In questa battaglie però non sono più soli.

Jude per esempio ha potuto contare su Noah. Il suo personaggio è davvero cresciuto in tutte queste stagioni e lo abbiamo sempre visto come il più buono della famiglia. Quando però stava per perdersi anche lui, ecco che arriva il suo ragazzo che gli ricorda chi è davvero. Così alla fine lascia l’Eminent Power e torna ad essere il ragazzo gentile che è sempre stato.

Mariana invece viene “salvata” da Jesus e alla fine le sue speranze riescono a realizzarsi anche se non come si aspettava.

Stef invece riesce ad ottenere il completo sostegno dalla moglie. Dopo cinque stagioni tutti i loro problemi sono scomparsi.

 

Ma arriviamo al momento migliore di tutti e due gli episodi, anzi forse della stagione: la cerimonia di diploma. Anzi le cerimonie. Inizia tutto con il discorso di Lena che, si può riassumere in una sola frase; una frase che ogni fan della serie conosce più che bene:

It’s not where you come from

it’s where you belong

Sentir citare da Lena quelle parole che abbiamo sentito per ben 101 episodi durante la serie, ha creato davvero un effetto magico. Le sue parole hanno descritto molto brevemente quel grandissimo viaggio che è iniziato ben cinque anni fa. Ad aggiungersi alla bellezza di questi ultimi minuti dell’episodio è la serie di flash-forward che mostra ogni figlio prendere il diploma. Tutti loro, da Brandon a Jude sono cresciuti molto durante queste cinque stagioni e vederli raggiungere questo traguardo è stato quanto di più magico si sia visto in questa stagione.

Nonostante manchino ancora le puntate di Giugno, lo Spring Finale si è rivelato davvero il miglior finale che The Fosters abbia mai avuto. Non sappiamo ancora cosa succederà il 4 Giugno ma credo che superare ciò che abbiamo visto sarà davvero molto difficile. Ma ormai possiamo aspettarci di tutto dalla famiglia Adams-Fosters.

 

Prima di chiudere, faccio un ringraziamento speciale alla pagina Facebook TheFosters First Italian Fanpage che permette la diffusione di questa recensione. Qui trovate quella dello scorso episodio.

E vi ricordo che se volete rimanere aggiornate sulle vostre serie Tv e film preferiti seguite anche la nostra pagina Facebook. E se avete idee da proporci o vorreste entrare a far parte del nostro team non esitate a contattarci