good girls

Good Girls: tre buone, anzi buonissime, anzi ottime ragioni per guardarlo!

Good Girls NEWS SERIE TV
Share

Sicuramente, chi ha detto che i soldi non fanno la felicità, non aveva 3 mutui da pagare, una lotta per la custodia e una figlia con una rara malattia respiratoria. Le mamme di Good Girls, Ruby, Annie e Beth, hanno questi problemi…e non solo.

 Le tre mamme di Good Girls faranno di tutto pur di venir fuori dai loro problemi, QUALSIASI cosa (sì, anche una rapina del valore di 30.000$) 

Il pilot della serie è stato trasmesso per la prima volta il 26 febbraio e ha riscosso subito grande successo. Ma, se non sei ancora convinto, eccoti 3 motivi validissimi per vedere Good Girls!

  1. La ”chimica” tra i personaggi

    Whitman, Hendricks e Retta non avrebbero potuto far di meglio! Ogni scena è più bella della precedente e tra loro vi è una visibile affinità, nonostante all’apparenza non sembrino donne che potrebbero andare d’accordo tra loro. Ruby è mamma single di Sara, gravemente malata, e lavora come cameriera; Beth è una casalinga disperata che cerca di gestire 4 figli e un matrimonio andato storto; e infine Annie, mamma single, leggermente impulsiva. A dispetto dell’apparenza, queste tre donne si incastrano tra loro alla perfezione.
  2. La rapina rende il tutto molto più interessanteEbbene sì, perchè per risolvere i loro problemi, le nostre tre protagoniste decidono di escogitare una rapina al supermercato dietro l’angolo, del valore di 30.000$. Certo, la trama della persona comune che diviene un criminale tutto ad un tratto *coff coff* Breaking Bad *coff coff* non è nuova al pubblico, ma noterete molte differenze!
  3. La performance di RettaNon c’è bisogno di sottolineare ancora una volta quale genio comico sia Marietta Sirleaf (in arte, Retta), ma nessuno dei suoi fan si sarebbe mai aspettato un’interpretazione come quella di Ruby. Tutte le protagoniste di Good Girls hanno un motivo per rubare in quel supermercato, ma Ruby sicuramente, ha la più convincente. 

    Sua figlia Sara è gravemente malata e si ritrova sempre in uno studio medico sovraffollato, dove il medico le dà a malapena un appuntamento. Quando viene informata che la cura che potrebbe salvare la vita di sua figlia costa 10.000$ al mese, vedrà il mondo crollare sulle sue spalle. Tutte le donne hanno problemi, ma di certo, l’espressione sul volto di Ruby, ha straziato anche chi si trovava dall’altro lato dello schermo. 


Continuate a seguirci per altre news su questa nuova serie e molte altre anche sulla nostra pagina Facebook. Non dimenticate che se avete idee da proporci o volete unirvi al nostro team potete contattarci tramite email o sui nostri canali social!

Fonte