XFiles

RECENSIONE The X-Files 11×07

RECENSIONI SERIE TV X-Files
Share

Nella nuova puntata di The X-Files ci ritroviamo a fare i conti con le conseguenze della massiccia presenza della tecnologia nella vita quotidiana di oggi e probabilmente, del futuro.
Nella prima sequenza, dopo una breve introduzione riguardante ciò che successe con un programma d’intelligenza artificiale rilasciato per un certo tempo su Twitter, troviamo Mulder e Scully intenti ad ordinare la cena in un locale totalmente high-tech. Dopo aver effettuato gli ordini tramite scintillanti pannelli, in pochi minuti i due sono serviti in maniera automatizzata, ma l’ordine di Mulder non è dei migliori. Il fiero agente si reca, allora, in cucina per lamentarsi, ma una volta dentro rimane basito dalla totale assenza di figure umane: i piatti sono preparati da robot. Così decide di pagare quanto dovuto per andare via e si ritrova, suo malgrado, a confrontarsi con l’I.A. del locale che si rifiuta di far uscire lui e la collega dopo non aver ricevuto la mancia. Per fortuna i due, dopo un primo momento di panico, riescono a forzare la porta e scappare per far ritorno alle proprie case. Scully sale su un taxi automatizzato, mentre Mulder sale sulla sua auto e attiva il navigatore.

Lungo il tragitto per le proprie dimore entrambi gli agenti si ritrovano ad avere a che fare con svariati “capricci” tecnologici, tra i quali il taxi di Scully che inizia a correre a tutta velocità ignorando gli ordini della donna e il navigatore di Mulder che non funziona riportandolo al punto di partenza.
Dopo aver rincasato miracolosamente tutti interi i nostri cercano di riposare, ma qualcosa non quadra. Nell’abitazione di Scully, completamente tecnologica, i comandi dei vari dispositivi sembrano impazzire, mentre da Mulder il cellulare inizia a mandare delle chiamate inquietanti e si spegne. Questo delirio continua finché l’uomo viene circondato da dei droni entrati in casa ed è costretto a fuggire in macchina dall’amica.
Contemporaneamente Scully si ritrova intrappolata fra le mura domestiche e rischia di saltare in aria; solo il provvidenziale arrivo di Mulder la mette in salvo.

Insieme i colleghi fuggono dalle macchine che li spingono a nascondersi in una fabbrica e finiscono per ritrovarsi in trappola in mezzo ad un esercito di robot. All’improvviso uno di questi, porgendogli uno smartphone, gli concede un’ultima possibilità per salvarsi: lasciare la mancia al locale tecnologico nel quale erano stati in precedenza. Dopo averlo fatto vengono lasciati stare e tutto torna alla normalità: la tecnologia ha avuto la meglio.
Il giorno seguente, mangiando in un locale, i due decidono di mettere da parte i rispettivi cellulari per tornare ad avere un confronto reale.
Quella di questa settimana è una puntata dalla trama molto lineare che si focalizza su una vera e propria critica alla società attuale in cui la tecnologia è sempre più presente e tutti sono connessi virtualmente, ma anche in cui il contatto diretto con la realtà finisce per diminuire sempre di più.
Si tratta di una riflessione sulle conseguenze a cui può portare l’eccessiva fiducia e dipendenza dalle macchine: le stesse, proprio come spesso sentiamo profetizzare da guru della materia del calibro di Elon Musk e Bill Gates, sono in piena e continua evoluzione ed anche se attualmente sono sotto il nostro controllo, in un futuro non troppo lontano potrebbero accaparrarsi il posto dell’uomo. I due agenti dell’F.B.I. lo hanno sperimentato sulla propria pelle e – cosa che dovremmo fare un pò tutti – hanno, quindi, deciso di mettere da parte la tecnologia per concentrarsi di più sul rapporto umano.

Continuate a seguirci se volete rimanere sempre aggiornati sulle novità da cinema e serie tv sulla nostra pagina Facebook e a visitare le nostre pagine affiliate: X-Files Italia  SerieTvNews