Supergirl

RECENSIONE Supergirl 3×07

RECENSIONI SERIE TV Supergirl
Share

Ero così entusiasta per questa nuova puntata di Supergirl che non ho messo in considerazione l’idea di tenere a portata di mano una confezione di fazzoletti…
Ad alleggerire il dolore provocato dai Karamel è l’intrigante storia di Sam (ma ammettiamolo, anche questo un po’ ci spezza il cuore), e il dolcissimo rapporto tra J’ohn e suo padre.
Iniziamo proprio da questi due che finalmente si sono creati il loro piccolo spazio in questo mondo, hanno portato un po’ di luce in questa puntata priva di sorrisi, dopo tutto quello che hanno affrontato sono pronti ad un nuovo inizio e hanno intenzione di condividerlo.
Non è dolcissimo?

Meno dolce è invece la scoperta di Sam.
Per la prima volta, abbiamo iniziato la stagione conoscendo già il nemico che la nostra Supergirl avrebbe dovuto affrontare, ma gli autori non si sono solo limitati a farcela conoscere, ci hanno fatto entrare nella sua vita, l’hanno resa parte del gruppo, l’hanno fatta diventare un’amica per Lena, Kara ed Alex, ed è proprio questo che rende le cose più difficili.
Reing è una creazione dei kryptoniani, nata per portare morte e distruzione. Prima di arrivare sul terra il suo destino era chiaro ma una volta  cresciuta Sam ha fatto le sue scelte di vita che hanno portato alla nascita di sua figlia Ruby, è stata proprio lei ( ovvero, la gravidanza) a far in modo che i suoi poteri non si manifestassero… fino ad ora!
 La parte più dura di tutto ciò è che lei non è cattiva,  lei non vuole neanche essere cattiva ma è obbligata ad esserlo, ha perso il controllo di se stesse e ora – molto probabilmente- farà cose che non vuole fare realmente e questo ferirà molte persone ma ferirà molto di più se stessa.

Non sono ancora emotivamente pronta ma è arrivato il momento di parlare di loro…
 Il daxamita è tornato ma non è più quello che conosciamo e neanche Kara si spiega il perché. James – da grande intenditore- suppone che qualcosa l’abbia cambiato forse quello che ha vissuto, ed è vero.
Lui è ossessionato dal voler tornare su quella navicella e Winn lo aiuta nascondendo le loro intenzioni a Kara, i due litigano ma Kara, dolce com’è finisce per aiutarlo ad aprire la capsula e salvare Imra.
Considerando gli innumerevoli spoiler, che dentro quella capsula ci fosse un personaggio della Legion l’avevo intuito, così come sapevo che si trattasse di SaturnGirl, ma mai mi sarei aspettata che fosse la moglie di Mon-El.
Per noi è passata un estate, per Kara 7 mesi, ma per Mon-El sono passati 7 anni dall’ultima volta che a visto la ragazza.
Io non lo condanno per essersi rifatto una vita, per essersi innamorato ancora una volta o per averla semplicemente superata. Io non lo condanno per niente perché non ha fatto niente di sbagliato, ma lo incolpo perché poteva fare di più, poteva trovare una soluzione perché sono cerca che Kara al suo posto ci avrebbe tentato.
-Sarà che sono abituata a vedere Barry correre avanti e indietro nel tempo per salvare chi ama…

E’ stata dura vedere Mon-El così freddo e distante nei confronti di Kara, ma è stata ancora più dura vederlo impassibile mentre la ragazza  si apriva con lui raccontagli quanto abbia sofferto per la sua perdita.
E’ la prima volta che ne parla apertamente, che si libera di questo peso ma è stato come se a lui non importasse. E’ stata dura anche vedere l’espressione della ragazza quando lui bacia sua moglie davanti a lei.
Per i fan di questa coppia questa puntata è stata scoraggiante, sognavamo un loro ritorno ma non pensavamo fosse così amaro.
Eppure io ci spero ancora, perché se per tutti questi anni lui ha tenuto addosso la sua collana c’è un motivo più profondo.

La mia scena preferita non è stata proprio una scena ma un attimo, è stato il momento in cui Kara sconfortata dal silenzio del ragazzo gli gira le spalle e va via. lui rimane lì, immobile, mentre una lacrime scende sul suo viso.
E’ proprio questo momento che mi fa sperare in un loro ritorno.

La puntata è stata struggente ma bella sotto tutti i punti di vista. Non è stata ciò che mi aspettavo ma è riuscita a toccarmi e a stravolgermi ugualmente, anzi forse molto di più. Melissa e Odette sono state bravissime nei loro rispettivi ruoli, hanno avuto scene forti e difficili ma le hanno affrontate al meglio, e mi hanno emozionata tantissimo.
Non sempre le cose vanno come vorremmo ma io ho ancora speranza… e fino a quando le puntata sono così belle non mi lamento!
Prima di salutarvi vi ricordo di passare dalla nostra affiliata e Kara Zor-El & Mon-El dalla nostra pagina facebook Bleacheers!