The Walking Dead

RECENSIONE The Walking Dead 8×02

RECENSIONI SERIE TV The Walking Dead
Share

Anche questa settimana, eccoci qui con una nuova recensione di The Walking Dead che con The Damned è giunto al secondo episodio della sua ottava stagione. Dopo una premiere che mi ha lasciato particolarmente delusa, questa settimana le cose vanno leggermente meglio e nonostante continui a non provare l’entusiasmo che provavo una volta, per lo meno in questi 4o minuti di episodio ci sono state alcune cose che ho apprezzato.

The Walking Dead continua imperterrito sul suo percorso fatto di piani nebulosi che lasciano lo spettatore a domandarsi chi sta facendo cosa, in quale luogo e per quale motivo, ma una volta dato per assodato questo elemento ci si fa l’abitudine. Il gruppo, che è ormai composto da Alxandria, The Kingdom e Hilltop, continua il suo attacco ai Saviors e dopo aver messo fuori gioco il Santuario e Negan, attacca gli altri avamposti su più fronti. 

Mentre Daryl e Rick sono impegnati nella ricerca di alcune armi segnalate da Dwight, Carol insieme a Ezekiel e a un gruppo di The Kingdom dà la caccia a un fuggitivo. Mentre Jesus, Tara e Morgan insieme a un manipolo di uomini hanno il compito di fare irruzione e uccidere tutti i Saviors, in un altro avamposto ancora Aaron e compagnia riversano una pioggia di munizioni sui loro nemici.

Tra la pioggia di pallottole che ormai sembrano infinite, l’episodio segue le vicende su questi quattro fronti e si concentra su un costante gioco di contrapposizioni e dualità: l’ottimismo (di facciata) di Ezekiel e il pragmatismo di Carol, la misericordia di Jesus e la voglia di vendetta di Tara, la (nuova) spietatezza di Morgan e la dualità intrinseca a Rick.

Il bilancio di fine episodio vede il ferimento (decisamente prevedibile) di Eric, il compagno di Aaron, e un ritorno che rischia di mettere i bastoni tra le ruote a Rick &Co.

1598

PROMOSSI

La tecnica: questa settimana mi sento di promuovere a pieni voti alcune scelte tecniche. In particolare, ho apprezzato molto i primi piani dei volti dei protagonisti posti a inizio e fine episodio. Il cast di The Walking Dead è davvero di altissimo livello e una delle cose che preferisco di loro è che tutti (ma Andrew Lincoln in particolare) hanno la capacità di trasmettere una vastissima gamma di emozioni soltanto con gli occhi. Mostrare i close up dei loro occhi che suggeriscono fatica, speranza, timore e paura è stata una scelta particolarmente azzeccata, a mio parere.

Anche il montaggio mi ha convinta questa volta. Se solitamente lo trovo sempre un po’ confusionario, in questo episodio ho apprezzato in particolare come hanno gestito i passaggi tra le varie sequenze e i vari luoghi, con le sparatorie che quasi dettavano il tempo e gli stacchi.

Infine, c’è un’inquadratura che credo sia davvero significativa e si sposa alla perfezione con ciò che sta accadendo a Rick. Mentre l’uomo è alla ricerca di alcune armi indicate da Dwight, viene aggredito da un uomo che protegge una porta chiusa. Rick uccide l’uomo, ma dietro quella porta non ci sono le armi che cerca, ma Grace, la figlia neonata dell’uomo. In quella stanzetta colorata che sembra vivere al di fuori di quel mondo martoriato che conosciamo, Rick osserva sgomento la piccola e si guarda nello specchio appeso al muro. Con il volto sporco di sangue e gli occhi sbarrati dal senso di colpa, Rick è costretto a guardare ciò che è diventato. Un mostro e un assassino? Un uomo disperato disposto a tutto per salvare la propria gente? Entrambi? Non ci sono risposte, ma solo altre domande nello sguardo che il suo riflesso gli restituisce.

2045

 

Jesus: come ben saprete se ci seguivate già lo scorso anno, Jesus è un personaggio che mi piace molto. È coraggioso e fa ciò che deve fare, ma è capace di grande compassione. Lo so bene che la misericordia non paga in questa realtà e soprattutto nella guerra contro Negan, ma io apprezzo sempre quando un personaggio mostra di non essere una macchina da guerra e basta (ma senza l’estremizzazione di Morgan!). Questo è proprio il caso di Jesus che sceglie di non uccidere i Saviors che si sono arresi, come ha ordinato Rick. Jesus sa che questo è un rischio, ma sa anche che tra le fila dei Saviors ci sono tante vittime costrette dagli eventi a sottostare alle regole di Negan. Questa decisione però crea attriti con Tara che invece è in cerca di vendetta. Ho paura che la moralità di Jesus possa portare guai, ma approvo la sua scelta.

Morales: prima vi parlavo di un ritorno che potrebbe mettere in pericolo Rick e gli altri. Stiamo parlando di Morales che Rick dice di conoscere fin da Atlanta. Se vedendo l’episodio vi siete chiesti “Chi cavolo è questo Morales?!” state tranquilli che siete in buona compagnia, perché praticamente nessuno si ricordava di lui. Morales faceva parte del gruppo originario a cui si unisce Rick nella prima stagione e a un certo punto aveva deciso di staccarsi da loro per dirigersi in Alabama. Lo ritroviamo ora, mentre minaccia Rick con una pistola e gli dice che i Saviors stanno arrivando. Chiaramente il suo ritorno sembra non portare nulla di buono, ma sono davvero curiosa di vedere cosa accadrà con lui.

2368

 

BOCCIATI

Morgan: così come per Jesus, se ci seguite già dallo scorso anno, saprete anche che detesto Morgan come pochi altri personaggi nella storia delle serie tv. È stato insopportabile la scorsa stagione quando ha portato il suo pacifismo a livelli estremi e adesso si è trasformato in una specie di Terminator che ucciderebbe chiunque. Oltretutto quel suo “Io non muoio” dimostra che non ha ancora capito che si sopravvive solo collaborando, con il lavoro di squadra. Morgan è spocchioso da morire e spero che me lo tolgano di torno presto.

 

Insomma, questo episodio lo promuovo con una sufficienza e con la speranza di un percorso verso l’alto.

Anche questa settimana ringrazio voi per essere ancora qui con noi e ringrazio le fantastiche pagine affiliate:  Caryl ItaliaJeffrey Dean Morgan ItaliaNorman Reedus ItaliaAndrew Lincoln ItalyThe Walking Dead-Italy. Passate a trovarle e veniteci a trovare anche sulla nostra pagina Facebook!