stranger things

Stranger Things: la seconda stagione e le paure del 1984

Netflix NEWS SERIE TV Stranger Things
Share

Ottobre è arrivato, il 27 si sta avvicinando e il ritorno di Stranger Things è più atteso che mai. Sono poche le cose che conosciamo di questa nuova stagione, sono tante le domande che non hanno risposta ma una cosa è certa: nulla è più come prima.

A darci assaggio di cosa ci aspetta nella nuova stagione, il giovane Gaten Matarazzo (Dustin) ha condiviso su Instagram una miniclip che è un qualcosa di alquanto inquietante:

1984 was pretty strange, tbh. #StrangerThings

A post shared by Gaten Matarazzo (@gatenm123) on

Il 6 Novembre del 1983, si da per disperso un giovane ragazzo residente ad Hawkins, nell’Indiana. Viene ritrovato, prima dichiarato morto ma poi vivo alcuni giorni dopo, cosa alla quale le autorità locali non hanno saputo dare risposta. È soltanto l’inizio di un susseguirsi di cose strane in tutto il mondo: nel 1984 durante le Olimpiadi ci sono interferenze durante le trasmissioni, la Coca-Cola lancia una nuova ricetta chiamata New Coke, vengono avvistati i primi UFO, si dice che il Sole diverrà nero poichè oscurato da Giove, le stazioni radio ci implorano nello stare rilassati. E poi ci sono i Gremlins, i fantasmi, le sirene, i cyborg. Nemmeno un anno dopo la scomparsa del ragazzino nel mondo tutto ha iniziato a rivoltarsi sottosopra, ma perché?

 

La clip è stata condivisa anche dagli altri membri del cast, tutti con la stessa descrizione. Stranger Things è uno dei pezzi grossi di Netflix che se la sta giocando bene prima anticipando il rilascio sulla sua piattaforma alcuni giorni prima della data fissata e poi rilascia indizi, ma non trailer, sulla seconda stagione.

L’unico trailer che abbiamo a disposizione è quello rilasciato al Comicon di San Diego (SDDC) durante il mese di luglio di quest’anno che vi ripropongo con piacere:

Per news come questa continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!