Game of Thrones

Game of Thrones: Emilia Clarke parla della perdita di Daenerys

Game Of Thrones NEWS SERIE TV
Share

Alla fine, è successo: Daenerys ha perso uno dei suoi preziosi figli.

La morte del drago Viserion è stata una cosa alquanto inaspettata durante la missione di Jon Snow contro l’Army of the Dead, un prezzo che non si era mai aspettato di pagare. Il drago è stato buttato giù con una lancia dallo stesso Night King come una tessera del domino e l’accaduto ha dimostrato quanto siano vulnerabili i figli di Daenerys.

Ma la vera ciliegina sulla torta è il fatto che il drago adesso si trova dall’altro lato, risorto per mano del nemico come uno zombie, dando più forza al suo esercito e sopratutto diventando una nuova arma.

Mi si è spezzato il cuore” ha detto l’attrice Emilia Clarke, “non solo per il fatto di averlo perso ma anche per il fatto divederlo dall’altro altro“.

Per Daenerys sconfiggere l’Army of the Dead è diventato ancora più difficile, non a livello fisico ma a livello emotivo, perché ciò significa dover veder morire per la seconda volta un suo figlio e mettere a rischio gli altri. “Ora come ora, l’unico pensiero che le gira in testa (riferendosi a Daenerys) è che il suo bambino è morto, e quindi la sua maschera di ferro inizia a cadere giù“.

Risultati immagini per daenerys dragons

L’unica cosa divertente alla quale l’attrice fa appello, è che di tutti i draghi proprio colui che si chiamava come suo fratello, Viserys, è l’unico ad essersi convertito all’altro clan “Ovvio che era lui, è la mela marcia nel paniere, altrimenti non si sarebbe unito a loro“.

In questo momento di lutto però, non dobbiamo dimenticare le azioni brutali che Daenerys ha compiuto in questo periodo; la decisione di arrostire i Tarly è stata una sua idea.

Il punto interrogativo che gira nella mente di Dany è uno solo: quale ruolo intraprendere adesso? Restare quella saggia oppure mettersi in gioco visto che sono tutti in azione?”.

 

Per news come questa continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

FONTE