Orphan Black

RECENSIONE Orphan Black 5×10

Orphan Black RECENSIONI SERIE TV
Share

Buonsalve fan di Orphan Black!
Arrivo a scrivere questa recensione a un po’ di tempo dalla fine dello show, in quanto ho potuto vedere l’episodio in ritardo e poi il tram tram della vita quotidiana mi ha rapito.
Non so voi, a me questa conclusione è piaciuta abbastanza, credo abbiano dato una degna fine ai personaggi e mi è piaciuta la scelta di accorciare la lotta finale per dare spazio al “dopo”, a quella che è la vita di tutti al termine della battaglia.
Ogni personaggio se lo meritava e abbiamo avuto le nostre risposte.
Finalmente abbiamo visto la fine di Mr. Westomoreland, che ha perso la lotta contro la genetica, contro l’evoluzione e per mano della nostra Sara.
Sara che è diventata la protagonista, per buona part della puntata, come è giusto che fosse.
Tutto è iniziato da lei, e tutto con lei doveva finire.


Abbiamo visto un flashback della prima parte della sua vita, quando era una ragazzina combattuta dall’enorme scelta di tenere il bambino che aspettava oppure no.
Sappiamo com’è andata a finire ed è proprio per questo che non possiamo che apprezzare il collegamento che gli autori hanno messo tra la nascita di Kira e quello dei gemellini di Helena.
Le due sestra unite anche nel fatto di essere le uniche a concepire dei figli.
Ma Sara è anche colei che non ha ancora superato la morte di Siobah.
Anche dopo chele loro vite sono tornate alla normalità, o quasi, lei non riesce ad andare avanti, fatica a vivere nell’appartamento dove era cresciuta e dove sua madre è morta e anche la sua famiglia se ne rende conto.
Sara vuole fuggire, come ha sempre fatto, ma stavolta non può, perché non può scappare dalla sua famiglia, da sua figlia.
Ed è bello vederla, alla fine, accettare tutta sé stessa, con i suoi errori, mentre si mette nelle mani delle sue sorelle, che le confessano di essere spaventate quanto lei.
Ognuna ha le proprie fobie ma non intendono fuggire, sanno che ci saranno sempre l’una per l’altra.
E la conclusione porta rose un po’ per tutti.
Delphine e Cosima si mettono a viaggiare il mondo per trovare ogni clone e guarirle con il vaccino che le salverà. Questa coppia ha vinto su tutto, dopo mille peripezie stanno insieme e sono felici.


Felix si è calato nel ruolo del perfetto zio e dobbiamo ringraziare lui se Cosima e Delphine fanno quello che fanno. Non ho ben capito quanto ancora sentisse Rachel, diventata ormai l’ombra di sé stessa, ridotta ad una fuggitiva, proprio come lo era Sarah, anche se in un modo diverso.
Alison ha accolto in casa Helena, e si prende cura dei suoi gemellini, che finalmente conosciamo con i nomi di Arthur e Donnie, non a caso i due uomini che l’hanno protetta.
Molto buffa la prima idea, ma preferisco di più questi nomi!
Alison non cambierà mai, resterà sempre la maniaca del controllo ma noi l’adoriamo così, e adoriamo il suo Donnie, ufficialmente l’uomo più dolce della storia.
E, ciliegina sulla torta: il diario delle sestra. Dolcissima Helena, che l’ha riportato, scrivendolo per le sue sorelle e per lasciare la sua impronta.


Quanto sarebbe stata diversa la storia, anche senza di lei?
Ringrazio gli autori per ogni sestra e clone inventato per noi e per aver scelto Tatiana Maslany come protagonista.
Non so che altro dire riguardo quest’attrice, che è stata unica e grandiosa dall’inizio alla fine di questa serie.
Difficile inquadrarla in un solo personaggio, la sua enorme versatilità l’ha resa magnifica per questi ruoli e io ringrazio gli autori per averla scelta.
Nessuno avrebbe potuto fare di meglio.

E’ stato bello, Clone Club… a presto!!

 

Salutiamo le affiliate!

Orphan Black » Italian Clone Club.
Orphan Black addicted.
Orphan Black Italy
Tatiana Maslany Italia
Orphan Black Italia

Per restare sempre aggiornati con news e curiosità passate da Bleacheers e ricordate che stiamo cercando membri per entrare nel nostro staff, chi lo sa, magari sarete i prossimi a recensire uno dei nostri show! (trovate tutti i dettagli sulla pagina Facebook).