pretty little liars

Marlene King rivela la sua idea originale per A.D.

INTERVISTE ORIGINALI Pretty Little Liars SERIE TV
Share

Spoiler alert: Questo post contiene dettagli sul finale di serie di Pretty Little Liars

Dopo due ore di flashback e matrimoni rovinati, Pretty Little Liars è finalmente giunto a una fine rispondendo al più grande quesito di sempre: “Chi è A.D.?“. Sotto il cappuccio si nasconde Alex Drake, la gemella cattiva di Spencer, dimenticata e poi ritrovata da Wren in quel di Londra.

Qui i due intraprendono una storia d’amore e Alex Drake (A.D.) scopre di avere una famiglia in America e una sorellastra (Charlotte) con cui presto entra in contatto e instaura un incredibile rapporto. Ma quando Charlotte viene uccisa, Alex ha solo una cosa in mente: torturare le Liars affinchè rivelino l’assassino della sua amata sorellastra.

Questo è ciò che ha rivelato Marlene King a Entertainment Weekly riguardo al series finale.

Com’è nata l’idea di Alex Drake? C’erano altre idee che non potevano funzionare?
I. MARLENE KING: All’inizio avevo in mente Wren nel ruolo di A.D. ma spesso quando avevamo bisogno di un attore che non era tra i protagonistri principali dello show, questo non poteva raggiungerci per altri impegni lavorativi. Per questo abbiamo dovuto assegnare il ruolo di A.D. a uno degli attori protagonisti dello show. Inoltre sapevo da anni che molti fan volevano una delle Liars nel ruolo di Uber A ma non avrei potuto fare una scelta del genere perché ciò che caratterizza queste ragazze è la loro amicizia incondizionata. Tutto questo ha portato all’idea della gemella di una di loro.

Come hai scelto di chi dovesse essere la gemella?
Avevamo già accennato alla storia di Peter Hastings che era andato a letto con Jessica e quindi l’idea di essere stato ingannato da Mary era interessante. Anche il fatto che le due famiglie erano collegate già dall’inizio rendeva Spencer la scelta migliore.

Risultati immagini per gif pll 7x20

Quando è arrivata Alex a Rosewood?

L’omicidio di Charlotte ha fatto sì che Alex arrivasse a Rosewood. Era lì già dalla 6B.

Quindi Alex ha sparato Spencer?

Sì.

Chi ha fatto visita a Mona all’inizio dell’episodio?

Wren.

Ho paura a chiedere come abbia fatto Alex a renderlo il padre delle gemelline…

Credevamo di avere Julian Morris per più giorni. Avevo scritto la scena della sua morte ma non l’abbiamo mai girata. In quella scena lui diceva “Ho persino creato la vita per te”. Quindi Wren sapeva che era il papà delle bambine.

C’era qualcun’altro che volevi nel finale ma che non era presente?

Abbiamo avuto Melissa (Torrey DeVitto).  Avremmo voluto tanto Jason (Drew Van Acker), ma non ci siamo riusciti. Lo stesso vale per Mike, Cody Christian… entrambi erano impegnati con altri show.

Amo il fatto che alla fine Mona abbia vinto il gioco. Com’è nata quest’idea?

E’ stata un’idea di tutti gli autori. Non volevamo che fosse un classico addio ma un colpo di scena che rappresenta il perfetto lieto fine per il personaggio di Mona.

Qual è stata la scena più difficile da scrivere per te?

Sicuramente la scena d’addio delle ragazze. Avevo finito il copione un mese prima di scrivere quella scena. Mi ci è voluto un po’… Stavamo già preparando l’episodio e Lisa Cochran (sceneggiatrice di PLL,ndt) mi diceva: “Devi scrivere quella scena, Marlene. Vai nel tuo ufficio e scrivila”. Come sceneggiatrice è stato il mio addio a Pretty Little Liars. E’ stata dura.

Animated GIF  - Find & Share on GIPHY

So che stanno di nuovo insieme, ma mi prometti che Toby e Spencer si sposeranno e staranno insieme per sempre?

Sì, spero che i fan l’abbiano capito. L’abbiamo praticamente detto…potremmo avere un doppio matrimonio, o triplo? Forse è troppo ma credo che abbiano avuto il loro lieto fine.

L’ultima scena in assoluto può essere vista come la fine di un capitolo o l’inizio di un nuovo capitolo per una nuova generazione di Liars. Stai considerando quest’opzione? 

Sì. Amo Rosewood… è un posto affascinante. Io e gli altri autori, ma anche il network (Freeform, ndt) amiamo il fatto di poter dire “La storia finisce ma il pubblico sa che il terrore e le assurdità di questa città rimarranno per sempre”

Per news come questa continuate a seguirci anche sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci.

Fonte