Voice From The Stone

Voice from the Stone: conosciamo meglio il regista Eric D. Howell

CINEMA NEWS
Share

Se, come noi, non vedete l’ora che arrivi luglio per immergervi nuovamente nell’atmosfera di Game of Thrones potrete presto ingannare l’attesa con il nuovo progetto della nostra Khaleesi. Emilia Clarke, infatti, tornerà presto sul grande schermo nel film Voice from the Stone diretto dall’esordiente Eric D. Howell.

Per Howell riuscire a dirigere Voice from the Stone è stato un processo che è durato anni. L’uomo, nativo del Minnesota, ha lavorato per anni nel settore riuscendo a farsi strada come membro della troupe cinematografica a Saint Paul in film come Stoffa da Campioni (Stephen Herek, 1992) e Generazione X (Kevin Smith, 1995) e lavorando anche per Prince.

“Non ne sapevo abbastanza di lui per esserne intimidito. Continuava a richiamarmi a lavorare” ha dichiarato Howell con un sorriso, ripensando al suo lavoro di gioventù con la celebre icona della musica.

Ora il regista è pronto a rivelare al mondo il suo debutto cinematografico. Voice from the Stone è tratto dal romanzo dell’italiano Silvio Raffo e narra la storia di Verena (interpretata da Emilia Clarke), un’infermiera che negli anni ’50 è determinata ad aiutare un ragazzino a parlare nuovamente dopo aver subito il trauma della morte della madre. Ma quando la donna arriva in Toscana nel castello in cui vive il bambino, le cose prenderanno una piega inquietante.

Howell ha cominciato a lavorare a Voice from the Stone dopo che un suo cortometraggio non ha ottenuto la vittoria a un festival. Un membro della giuria rimase così turbato dalla sconfitta di Howell che mandò il corto a tutti i suoi contatti, fino a che è arrivato nelle mani di Michael Sugar della Anonymous Content che è presto diventato il manager di Howell.

“Sugar mi chiese che tipo di film volessi fare e io indicai Era mio padre di Sam Mendes” ricorda Howell.

Nel giro di pochi anni, Howell aveva un ufficio in cui poter lavorare a Voice from the Stone e l’ufficio accanto era proprio quello di Sam Mendes stesso che stava lavorando all’ultimo film del franchise di James Bond, Spectre. “Non era niente male” scherza Howell.

Howell ha dichiarato che il vero punto di svolta per la sua carriera è stato lavorare con Sam Raimi in Soldi Sporchi nel 1998. Nel film con Billy Bob Thornton e Bill Paxton, Howell era uno stuntman, ma la sua ambizione era quellla di diventare un regista. Raimi è stato così gentile da permettergli di restare in sala di montaggio a fine giornata e Howell sostiene di aver imparato molto sull’essere un regista da quell’esperienza.

Voice from the Stone uscirà negli Stati Uniti il 28 aprile e speriamo che abbia presto anche una distribuzione italiana. Intanto potete vedere qui sotto potete vedere il trailer. Nel cast del film, girato in Italia, anche Marton Csokas e la nostrana Caterina Murino.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

fonte