Colin O'Donoghue

Colin O’Donoghue, il nuovo film : “Le donne sono brillanti, se non anche più degli uomini.”

CINEMA NEWS Once Upon a Time SERIE TV
Share

Colin O’Donoghue ha letteralmente rapito il cuore di milioni di fan, dentro e fuori dal set di Once Upon a Time: Captain Hook è l’uomo che tutte vorrebbero, capace di redimersi e cambiare radicalmente per la donna che ama, e non da meno anche l’affascinante attore irlandese ha una vita privata di tutta invidia che però non gli impedisce di approcciarsi in maniera sempre immensamente cordiale con i fan (e le fan soprattutto!) partecipando a diversi eventi riguardanti la serie.

Nella pausa del set delle fiabe, però, Colin O’Donoghue ha deciso di testarsi in un ruolo decisamente diverso con Carrie Pilby, l’adattamento cinematografico del best-seller di Caren Lissner.

La storia ha per protagonista una talentuosa 19enne che, laureata ad Harvard giovanissima, si ritrova ad affrontare le difficoltà della carriera nella caotica New York. Qui entra in gioco il nostro pirata: Colin O’Donogue interpreta l’affascinante professor Harrison che non tarderà a mostrare le sue vere sfumature quando inizierà una relazione proprio con la protagonista. Si tratta di un personaggio diverso e al tempo stesso speculare a quello di ABC, un uomo che nel corso della storyline si rivela sempre più tenebroso, che è esattamente la direzione opposta presa invece da Capitan Uncino.

Popsugar ci rivela alcuni dettagli su questo nuovo lavoro grazie ad un intervista proprio con O’Donoghue che precede l’anteprima del film.

La firma al contratto è arrivata presto, dice l’attore, perché dovendo lavorare a C’era una volta circa 9 mesi all’anno voleva potersi mettere alla prova su qualcosa di totalmente diverso ed è davvero una fortuna che le riprese del film cadessero proprio in un periodo di pausa dal set dello show.

Abbiamo già accennato a come il professor Harrison sia esattamente l’opposto di Killian Jones, un personaggio che non vede alcuna forma di riscatto verso il finale. Colin O’Donoghue risponde a Popsugar che è proprio questa la caratteristica che gli ha permesso di lavorare al ruolo, voleva che sembrasse sinceramente capace di sentimenti anche nella sua meschinità ed il lavoro è stato davvero nuovo per lui, nonostante Hook gli permetta già di portare in scena molteplici sfaccettature dello stesso personaggio.

Un’altra caratteristica del film è il team composto da tantissime donne, “Che tipo di messaggio speri che possa dare?”, chiede Popsugar.

Colin O’Donoghue: “E’ una cosa molto importante nel cinema quella di riconoscere e apprezzare le donne nei film. Sono cresciuto in Irlanda ed è una cosa a cui non ho mai pensato fin quando non sono venuto negli Stati Uniti a lavorare. Ho semplicemente realizzato quanto fosse diseguale. E’ una cosa fantastica avere un film del genere, che è davvero un bel film, tutto su questa donna incredibile e diretto da Susan Johnson, che è una regista fantastica. Ma il fatto stesso che questo sia oggetto di conversazione mi spiazza. Non è solo un dato di fatto che sia un film su di un personaggio e diretto da un regista, come dovrebbe essere. Il fatto che dobbiamo qualificarlo è il vero problema. Le donne sono brillanti, se non anche più degli uomini. Si tratta della qualità del lavoro che si realizza in opposizione al sesso della persona che lo produce.”

L’ultima domanda di Popsugar riguarda il ruolo dei fan, “Sappiamo che molti fan di Once Upon a Time in particolare non vedono l’ora di vedere il film. Cosa significa per te il loro supporto?”, e la risposta dell’attore sembra concludere l’intervista con una vera e propria dedica ai fan e alla serie:

“Sono spazzato via dal supporto. Mi stupisce perché sono diventato un attore perché davvero è l’unica cosa che so fare. Mi ha dato l’opportunità di essere qualcun altro per un po’. Ero una persona davvero timida e tranquilla e mi ha dato la possibilità di uscire un po’ fuori da me stesso. Non mi sarei mai aspettato 1. di trovare davvero lavoro 2. avere dei fan che volessero semplicemente venire e vedere qualcosa. Avere quel supporto è incredibile. E’ una dimostrazione più per Once Upon a Time e gli scrittori che per me. Sono stati capaci di creare uno show che desse a moltissime persone tanta speranza. E’ su questo che è la serie. Spesso oggi gli show ci provano e sono grintosi – che è incredibile, e amo questi tipi di show allo stesso modo – ma è bello essere parte di uno show che cerca a tutti i costi di essere un buono spettacolo e di mostrare alle persone che c’è speranza nel mondo.”

Insomma, Colin O’Donoghe ci da sempre tante ragioni per apprezzarlo e invogliarci a seguirlo.

Carrie Pilby sarà rilasciato limitatamente il 31 Marzo e sarà disponibile in streaming dal 4 Aprile.

Ecco il trailer:

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate che se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

fonte