chicago fire

RECENSIONE Chicago Fire 5×14

Chicago Fire RECENSIONI SERIE TV
Share

Salve Chicagers e ben ritrovati!
E’ qualche settimana che mi è presa la fissa di vedere Chicago Fire senza sottotitoli e a lungo andare la cosa me lo sta facendo apprezzare sempre di più. Aiuta me con l’inglese e mi aiuta a concentrarmi meglio su quello che sta accadendo nella puntata.

La scorsa settimana abbiamo conosciuto il cattivone dotato di un ego gigantesco che si è risentito quando Boden gli ha salvato praticamente la vita a lui e a tutti quelli della sua caserma. Avete presente i classici bulletti dei licei?
Ecco.
Same thing.

Ovviamente la cosa è stata gestita in maniera abbastanza semplice e la cosa si è risolta velocemente ma ammetto che mi è piuttosto piaciuto e ho provato quasi un certo disagio, a vedere come sono i membri della 51 lontani dalla loro caserma.
Siamo così abituati a come è organizzata la struttura, a vedere Mouch sul divano, a vederli relazionarsi tra di loro che questa sorta di mondo parallelo in cui siamo stati catapultati ha permesso di focalizzarci su cosa sia importante.
Cosa sarebbe ogni singolo membro della caserma in altri posti?
Grazie a questa puntata gli autori ci hanno voluto ricordare che non sono 4 mura e un tetto a rappresentare questo show ma le persone e sì, la maggior parte delle volte sbagliano, prendono decisioni senza pensarci ma va bene così.

Parlando proprio della puntata posso direi che per quanto sia stata diversa, ho trovato piuttosto banale la risoluzione, nel senso che conoscendo lo show, era palese che tutto sarebbe tornato al suo posto,  il problema secondo me è che risolvono le cose troppo velocemente, cioè fammelo sudare sto desiderio di rivedere tutto come prima no?
E’ da apprezzare come ha reagito Boden a tutta la situazione, la sua impotenza, il suo voler fare qualcosa…insomma ha decisamente la stoffa da capo, certo salvare per puro caso qualcuno che gli ha risolto il problema non so quanto si possa considerare una scelta autoriale intelligente ma non sarebbe né la prima e non sarà l’ultima volta che il caso fortuito risolverà i problemi.
(se avessi la fortuna di Boden probabilmente ora avrei un lavoro e sarei milionaria per dire…)

Ammetto che mi è piaciuto vederli lavorare con altre persone e, per quanto probabilmente non li rivedremo mai più, sarebbe carino conoscere nuove reclute o, non so, un gemellaggio o un unione tra caserme…certo è che però prima dobbiamo conoscere chi fa davvero la 51.
Non so se l’ho notato solo io ma quando Boden ha fatto il discorso alla fine, la sala dove stava parlando era piuttosto piena…chi cavolo è tutta quella gente? Va bene avere persone di contorno però…meh, questa scelta non mi convince per niente.

Sono ripetitiva lo so, ma converrete con me che la puntata per quanto sia stata bella non è stato niente di innovativo anzi… cose già vista. Ma parliamo di Kelly e della sua scelta di rimanere a Chicago.

Io sinceramente per quanto ami Taylor Kinney e la sua capigliatura da uovo, speravo vivamente lo allontanassero da Chicago, sarebbe servito a dare uno scossone allo show ma ahimé eccolo ancora qui e niente rinnovo nel cast.
Come vi ho già detto lui ed Anna mi piacciono molto e sicuramente lei tornerà e spero vivamente che lui non sia così idiota da allontanarla da sé perché si sente confuso causa Stella, quest’uomo per quanto voglia essere diverso dal padre deve decidere definitivamente verso dove indirizzare il suo cuore, solo allora riuscirò a prenderlo sul serio.

La prossima puntata ci sarà il megacrossover, speriamo che Fire abbia un senso là in mezzo e non venga lanciata l’idea del crossover solo a fine puntata!
Con questo è tutto, prima di lasciarvi al promo vi invito a passare dalle pagine affiliate: ChicagoFire Italia |Taylor Kinney Fans Italia|CaseyEDawson:ChicagoFire Italia | Casey&Severide – ChicagoFire | Schiavo di Telefilm | Jesse Spencer Italia   | Dawsey & Linstead | One Chicago Daily