Riverdale

RECENSIONE Riverdale 1×02

RECENSIONI Riverdale SERIE TV
Share

Ci siamo, è uscita la seconda puntata di Riverdale, intitolata “A touch of evil”.
Essendo solamente agli inizi, la serie ha ancora bisogno di sviluppare personaggi e trame, ma possiamo dire che parte già con buone basi, e le nostre speranze sono decisamente alte.
La domanda che sta assillando tutti è una: chi ha ucciso Jason Blossom?
I fan ipotizzano che la famiglia Cooper, sempre così astiosa nei confronti dei Blossom, c’entri qualcosa.
Impossibile dirlo, almeno per ora.
Quello che è certo, però, è che la serie ci sta regalando colpi di scena davvero sconcertanti e un connubio perfetto tra narrazione e sviluppo dei personaggi, dei quali abbiamo ancora molto da scoprire, a quanto sembra.
Ma entriamo nel vivo adesso: la serie della CW ha riscontrato un grande consenso con il pilot, e questa nuova puntata sembra aver consolidato gli spettatori.
Certo, non sarà un capolavoro, ma i presupposti per diventare presto una buona serie ci sono, e di questo siamo felici.
Come detto sopra, abbiamo capito qualcosa in più sui protagonisti dello show: uno su tutti Archie, che per ora non entusiasma particolarmente dato il suo carattere spesso troppo accondiscendente e ingenuo. Una nota positiva è sicuramente l’accenno ai problemi passati tra lui e Jughead (interpretato da Cole Sprouse), e con cui sembra riappacificarsi nell’episodio, che ci da l’occasione di approfondire un po’ le nostre conoscenze sul loro rapporto.

Altra nota di merito è il personaggio creato dietro a Betty, costantemente insicura e bisognosa di attenzioni, anche se appare finalmente dotata di un carattere forte quando minaccia Cheryl. I fan (me compresa) attendono il ciclone che prima o poi vedrà come protagoniste lei e Veronica, altro personaggio chiave della storia, anche se in questa puntata è stata un po’assente.
E poi c’è Cheryl: il classico personaggio stereotipato della ragazza “stronza” (passatemi il francesismo, ma davvero non riesco a trovare un aggettivo più adatto a rappresentarla) ma profondamente insicura, anche se appare abbastanza ovvio che non è stata lei ad uccidere il fratello gemello, nonostante la consapevolezza disarmante quando viene arrestata che dovrebbe farci riflettere.

Il fatto che ogni personaggio abbia un possibile movente è curioso, e mi fa spesso chiedere quale possa essere il vero colpevole.

Non ci resta che aspettare la prossima puntata per cercare di capire qualcosa in più sulla misteriosa vicenda Blossom!

Spero che la recensione vi sia piaciuta, e colgo l’occasione per invitarvi a seguire questa serie e le nostre recensioni!

Per rimanere sempre aggiornati su news e curiosità continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e se avete idee da proporci, non esitate a contattarci!