Grey’s Anatomy: la teoria sul finale che vi spezzerà il cuore

CURIOSITA' Grey’s Anatomy NEWS ORIGINALI SERIE TV
Share

Attenzione attenzione! Le parole che seguiranno sono solo frutto della dei fan, non è nulla di ufficiale! 
Ok, detto ciò, possiamo andare avanti. 

Avete mai pensato a quanto la serie tv Grey’s Anatomy sia sfortunata?

Insomma…incidenti aerei, sparatorie, terremoti, medici finiti sotto i bus, fulminati, travolti da camion o altro, di tutto!

Certo, 13 stagioni di tragedie possono essere anche semplicemente il frutto di una mente come quella di Shonda Rhimes.
Ma se tutto questo non fosse mai successo? Se fosse tutto frutto dell’immaginazione di qualcuno?
E se la serie terminasse con la rivelazione che in realtà tutti gli avvenimenti siano frutto dell’immaginazione di Meredith Grey

Ellen Pompeo è Meredith in Grey's Anatomy
Ellen Pompeo è Meredith in Grey’s Anatomy

Sappiamo che Meredith (Ellen Pompeo), proprio come la madre Ellis (Kate Burton), è risultata positiva al morbo di Alzheimer, come abbiamo appreso nella nona stagione. Quindi, tutte le avventure al Grey-Sloan Memorial, gli anni di carriera di Meredith, potrebbero essere stati stravolti dalla memoria di quest’ultima ed essere un racconto ai suoi figli. 

Forse George (T.R. Knight) non è mai finito sotto un autobus, ma semplicemente non ha mai passato l’esame per diventare medico. Forse Izzie (Katherine Heigl) non è mai andata via, ma è stata semplicemente licenziata dopo la sua relazione con il paziente Denny Duquette (Jeffrey Dean Morgan). Invece, Meredith ricorda che George è morto eroicamente per salvare una ragazza e che Izzie ha sconfitto il cancro. 

Forse Derek (Patrick Dempsey) non è mai morto in un incidente stradale, ma ha lasciato Meredith, solo che lei non la ricorda in questo modo. 

Sarebbe un ipotetico finale straziante ed è tutto ciò che Meredith ha sempre temuto. 

Grey’s Anatomy è davvero il frutto della malattia di Meredith o il Grey Sloan Memorial è davvero un luogo pericoloso in cui lavorare?

Fateci sapere cosa ne pensate!

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate che se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

Fonte