I colpi di scena in Animali Fantastici e Dove Trovarli.

CINEMA CURIOSITA'
Share

Animali Fantastici e Dove Trovarli ha spiazzato tutti. Davvero, davvero tutti. L’intero film è stata una grande sorpresa per tutti, ma, converrete con noi, che il meglio è arrivato alla fine.

Di conseguenza, ora è d’obbligo per noi parlare dei due colpi di scena che ci hanno fatto pensare Devo rileggere l’intera saga.” Ovviamente, parlarne comporterebbe un grandissimo spoiler, quindi, se non hai ancora visto il film e non vuoi anticiparti nulla, non andare oltre, davvero, non farlo. 

Siamo d’accordo? Ok. Continuiamo. 

Risultati immagini per credence harry potter

Veniamo a conoscenza, circa alla metà del film, che il ”cattivo” della situazione è Graves (Colin Farrell), avido di potere, insensibile e manipolatore. Instaura un rapporto fittizio di amicizia con Credence, allo scopo di scoprire chi sia il bambino posseduto dall’Obscuriale. I sospetti di Graves ricadono su Modesty, sorellastra di Credence, vissuta, come lui, in una casa dove la magia era ritenuta demoniaca. Tuttavia, non è Modesty la vittima, ma Credence stesso. Un ragazzo sotto le continue torture della madre, Mary Lou, sia psicologiche che fisiche, costretto a reprimere il suo grande potere. Dunque, quella di Modesty, è stata una ‘trappola’ per gli spettatori, per tutta la durata del film. 

Immagine correlata

Dopo la distruzione dell’obscuriale, vi è un duello tra Graves e Newt Scamander. Durante la battaglia, Newt riesce a disarmarlo e immobilizzarlo e, utilizzando l’Homenum Revelio, rivela la sua vera identità: Graves è in realtà Gellert Grindelwald. E non è scioccante solo la sua apparizione, ma anche vedere CHI interpreta Grindelwald: Johnny Depp. Molti lo sapevano già, ma per chi ne era all’oscuro, è stata una doppia sorpresa! Possiamo inoltre constatare che la sua interpretazione è stata magistrale, in quanto è riuscito a calarsi perfettamente nella parte. Abbiamo visto nei sui occhi un’espressione folle e malvagia, che non ci è affatto nuova. Vero, Potteriani?

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook. E non dimenticate che se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci.

Fonte