timeless

RECENSIONE Timeless 1×03

RECENSIONI SERIE TV Timeless
Share

Siete pronti a giocarvi le vostre carte migliori? In questa puntata di Timeless si “vola” a Las Vegas!

Per adesso, questa è la puntata che più mi ha conquistata, ho sempre avuto un debole per quest’epoca, per i costumi e soprattutto per Las Vegas e questa puntata ha soddisfatto in pieno i miei ideali. Lo scenario è stato fantastico e aggiungere lo spettacolo di Frank Sinatra è stata una mossa geniale. Anche in questa puntata il lato storico si rivela il lato forte della serie.

Jiya scopre che Flynn si trova a Las Vegas nel 1962 e il team è pronto a partire per una nuova missione ma, quello che ancora non sanno, è quanto sia importate riuscire a fermarlo.
Inizialmente si credeva che l’obiettivo dell’uomo fosse il presidente Kennedy, ma non è così: lui è solo il mezzo per arrivare allo scopo. Negli anni ’60 il Nevada era famoso per i test nucleari e Flynn, infatti, minaccia la sua amante per riuscire ad entrare alla centrale e rubare un bomba.
La storia mi è piaciuta molto, guardarla sotto un altro punto di vista è stato interessante, ed Elena Satine mi è piaciuta moltissimo.

Uno dei motivi per cui Rufus ha accettato di intraprendere questa missione era quello di salvare il suo amico Anthony, ma in questa puntate le cose di capovolgono e Rufus scopre che l’uomo non è altro che un complice di Flynn!
Nonostante questo, l’uomo nel corso della puntata cerca di aiutare Rufus con degli indizi che fanno capire perché si trovi lì, non sembra pianamente convinto di stare dalla parte di Flynn eppure, quando arriva il momento di scegliere, volta le spalle a Rufus e al resto del team.
Non ci rendiamo di quanto sia alta la posta in gioco fino al momento in cui i due arrivano nel presente con una bomba atomica.

                                                        – Senza “perché?” come facciamo a sapere di stare dalla parte giusta?-

Rufus ha esposto la domanda che io mi faccio dalla scorsa puntata e, il fatto che sia proprio lui a chiederselo, è una bella svolta – in fondo lui lavora lì da molto più tempo.
Sapere che Anthony, la persona di cui si fidava più di tutti, è dalla parte di Flynn  ha fatto sì che lui si domandasse se fosse dalla parte giusta o meno.
Rufus è quel tipo di personaggio che riesce sempre a farti ridere, che non riesci mai a prendere sul serio perché è proprio lui a non farlo, eppure, certe volte, riesce a colpirti come con il discordo fatto a Wyatt, per questo credo che anche il nostro bel soldato inizierà presto a farsi la stessa domanda…

Se da una parte Lucy vuole proteggere la storia, dall’altra Wyatt vuole solo cambiare quella piccola parte per proteggere la persona che ama. E quanto può essere sbagliato?
Il pilot ci aveva mostrato parte del dolore di Wyatt per la perdita della moglie, ma in questa puntata non vediamo solo dolore ma anche senso di colpa e disperazione, lui convive con tutto questo da quando Jessica scomparve nel 2012, ed è disposto a fare qualsiasi cosa per rimediare al passato.
Devo ammetterlo, sono veramente molto emotiva e, di conseguenza, non potevo non emozionarmi davanti al suo gesto, l’idea di mandare un telegramma nel futuro per cercare di salvarla è stata un’idea folle, ma speravo veramente che funzionasse, e non riesco a fare a meno di chiedermi: perché non ha funzionato? Spero che presto rispondano a questa domanda e non vedo l’ora di sapere di più su questa storia.

Il personaggio che mi ha colpito meno in questa puntata è stato quello di Lucy ma ho adorato le battutine da parte di Wyatt sul suo nuovo fidanzato. Ancora non capisco come mai lei non ricordi niente di lui o del tempo trascorso insieme ma, comunque, trovo carina questa nuova storia e voglio vedere come verrà sviluppata.

Anche in questa puntata, tutto sembra girare intorno alla “Rittenhouse” – che sia veramente lei l’antagonista di questa serie?
L’obiettivo di Flynn è evitare che questa organizzazione nasca ed è determinato a portare a termine il suo piano e non gli importa delle conseguenze o dei danni che le sue azioni possano provocare.

Con tutte queste domande una cosa la so per certo… la storia inizia a farsi interessante!

Prima di salutarvi vi consiglio di passare di passare da Timeless Italia, Timeless Italia Serie TV e «Saves the Past, Protect your Present» Timeless & Frequency, e non dimenticate di continuare  a seguirci sulla nostra pagina Facebook e se avete idee da proporci, non esitate a contattarci!
Un grazie a Traduttori Anonimi che con i loro sottotitoli ci allietano le giornate.