La ragazza del treno: mettiamo a confronto il libro vs il film

CINEMA NEWS
Share

È inevitabile che, ogni qual volta venga fatto un adattamento cinematografico di un libro, le nostre menti si mobilitino per richiamare l’opera d’origine.
La ragazza del treno” (The Girl on the Train) è stato sicuramente uno dei thriller più letti del 2015 e uno dei più attesi film. Tuttavia, non abbiamo potuto fare a meno di notare tutto ciò che li differenzia e, in particolare, abbiamo identificato CINQUE differenze fondamentali.

Se hai intenzione di vedere il film, non andare oltre il terzo punto. Se gli SPOILER ti sono indifferenti, va avanti!

  1. Il film è ambientato a NEW YORK.
    Molti fans del libro, o almeno chi l’ha letto, avranno da subito notato che il film non è stato ambientato a Londra, bensì nella Grande Mela. Secondo la sceneggiatrice, infatti, ambientare il film in Inghilterra “non era neanche in discussione“. Tale scelta è sicuramente da ricondurre al suo grande legame con la città di New York, in particolare con la Metro-North Hudson.
    Il treno in sè non è per niente affascinante ma il fiume lo è, la periferia, i quartieri. Luoghi come Dobbs Ferry e Croton-on-Hudson sono semplicemente fantastici, luoghi che ti fanno davvero pensare ‘Cavolo, dev’essere un sogno vivere qui!’“.
  2. Sono tutti americani, ma Rachel è ancora INGLESE.
    Nonostante sia stato cambiato tutto l’adattamento, Emily Blunt ha mantenuto il suo accento per il ruolo. “[Il direttore] Tate Taylor ha adorato l’idea di mantenere l’accento. Innanzitutto, perché New York è una città cosmopolita, popolata soprattutto da inglesi. Numero due, era anche una sorta di omaggio al libro, il che era carino. A Tate, inoltre, piaceva l’idea di questo modo di parlare ‘diverso’, che mi rendeva un po’ isolata, in un certo senso. Ancora più esclusa dagli altri”.
     
  3. L’investigatore capo è una DONNA.
    Il libro, infatti, introduce i personaggi del Detectives Gaskill e Riley, dove è Gaskill a prendere il comando delle operazioni. Riley, che Rachel descrive come “più giovane di me, alta, magra, dai capelli lunghi, carina e dai lineamenti marcati, occupa invece un ruolo secondario.
    Al contrario, nel film, è Riley a prendere il comando.
  4. Martha NON ESISTE nel libro.
    L’aggiunta di Lisa Kudrow al cast può essere considerata, senza dubbio, la più grande differenza tra libro e film. Appare nel ruolo di Martha (originariamente chiamata Monica, ma poi cambiato perché poteva dare ai fan di Friends false speranze su una riunione), la moglie dell’ex capo di Tom.
    Martha aiuta Rachel a realizzare che Tom ha, in realtà, mentito riguardo i suoi episodi violenti ed imbarazzanti. La scelta di inserire un nuovo personaggio è stata giustificata così: “Nel libro, semplicemente, Rachel ricorda“, ha dichiarato al The Wall Street Journal,dovevo quindi trovare un modo per rendere la storia più drammatica, inserendola anche meglio nel genere thriller.
     
  5. Lo scontro finale è DIVERSO.
    Per quanto Tom sia terrificante negli ultimi minuti di film, nel libro è senz’altro peggio. La sua maschera cade e dice cose terribili a Rachel ed Anna riguardo le sue relazioni con loro e quanto le consideri deboli.
     

Per rimanere aggiornati continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e se avete idee da proporci, non esitate a contattarci!

Fonte