Le 10 migliori serie del 2016.

CURIOSITA' ORIGINALI SERIE TV
Share

Non è stato per niente facile, ma la EW ha stilato una classifica delle 10 migliori serie del 2016 fino ad ora.

Volete sapere quali sono? Eccovi accontentati!

  1. Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix)

    Kimmy (Ellie Kemper), Titus (Tituss Burgess) e Jacqueline (Jane Krakowski) ci hanno fatto compagnia nella seconda stagione di Unbreakable Kimmy Schmidt, una serie intelligente e divertente che sottolinea l’importanza di essere fragili, di essere a pezzi ma di sapersi rialzare. I creatori della serie Tina FeyRobert Carlock hanno prodotto una stagione ricca di risate ma anche di emozioni, audace e sorprendente. 

    2. Roots (History, A&E, Lifetime, LMN)


    La serie originale del 1977 raccontava gli orrori della schiavitù come Hollywood non aveva mai avuto il coraggio di fare prima. Nel remake di quest’anno, invece, la rilevanza data all’argomento è aumentata di molto. Un cast straordinario guidato da Malachi KirbyRegé-Jean Page ha dato vita ad un complesso ritratto multigenerazionale di sofferenza e sopravvivenza. 

3. The People v. O.J. Simpson: American Crime Story (FX)

Questa miniserie non poteva essere realizzata meglio, considerato il tema che trattava, ovvero uno dei casi di cronaca più particolari del secolo scorso. E proprio in un periodo delicato come questo, dove vengono combattute numerose battaglie per i diritti umani al grido di “Black Lives Matter”, l’importanza data ai piccoli dettagli ha contribuito al successo di questa serie, che alla fine ha dimostrato la grande divisione presente ancora oggi in America.

4. O.J. Made In America (ABC/ESPN)

Quest’anno O.J. Simpson ha rappresentato la quintessenza della cultura americana. Questo documentario decostruisce l’icona del campione analizzando la persona.

5. Love (Netflix)

Judd Apatow, Paul Rust, e Lesley Arfin hanno creato una serie deliziosa e saggia incentrata sulla relazione tra la ribelle Mickey (Gillian Jacobs) e il timido e insicuro Gus (Paul Rust). 

6. Lady Dynamite (Netflix)

La commedia semi-autobiografica di Maria Bamford non è adatta a tutti. Ma tutti coloro che si sono sentiti almeno una volta nella vita “strani”, potrebbero apprezzare questa serie prodotta da Mitchell Hurwitz (Arrested Development) e Pam Brady (South Park). Lady Dynamite è una sitcom basata su una comica con problemi mentali che fa dell’esagerazione il suo stile di vita.

7. Horace and Pete (LouisCK.net)

Louis C.K. ha diretto e prodotto una webserie  – che ha anche interpretato con Steve Buscemi –  in cui interpretano due co-proprietari di un bar e delle loro storie di famiglia. 

8. Better Call Saul (AMC)

La rivalità tra Jimmy (Bob Odenkirk)Chuck (Michael McKean) è continuamente alimentata dall’amore oltre che dall’asprezza. E il finale della seconda stagione ha lasciato tutti di stucco proprio per l’affetto che il pubblico prova nei confronti di entrambi. 

9. The Americans (FX)

Philip (Matthew Rhys) ed Elizabeth (Keri Russell), spie russe, hanno sempre creduto che i sacrifici umani fossero necessari per salvare l’umanità. Ma in questa stagione, The Americans li costringe a considerare il costo di ogni vita. E quando il KGB manda Martha (Alison Wright) su un aereo per una vacanza siberiana, Rhys ci ha fatto sentire il peso della coscienza di Philip

10. American Crime (ABC)

Molti dei migliori show del 2016 hanno parlato dei rapporti tra relazioni personali e politici, analizzando i danni e le conseguenze di questi. Nella seconda stagione di American Crime si racconta la storia di due ragazzi dell’Indiana e dei loro conflitti a livello di identità sessuale, classe, razza, appartenenza politica e violenza.

Vi ricordiamo di passare dalla nostra pagina Facebook Bleacheers e non dimenticate che stiamo cercando membri per ampliare il nostro staff e, chi lo sa, magari sarete i prossimi a recensire uno dei nostri show! (trovate tutti i dettagli sulla pagina Facebook).

A cura di
Letizia


FONTE