RECENSIONE The Night Shift 3×07

RECENSIONI SERIE TV The Night Shift
Share

Io mi chiedo ancora come sia possibile che The Night Shift non sia ancora stato rinnovato, NBC che aspetti?
Trovo magnifico il fatto che, giunti alla settima puntata, questo show riesca a non annoiarmi e a confezionare un episodio buono, settimana dopo settimana.
The Night Shift continua a vincere la serata senza problemi, arrivando a toccare più di cinque milioni e mezzo di telespettatori in questo ultimo episodio e direi che, per essere estate, è un buonissimo risultato.
Ovviamente anche questo show ha le sue pecche, spesso sotto forma di personaggi leggermente odiosi, ma almeno ti fa passare quei quaranta minuti senza un’immediata voglia di staccarti dal computer e chiuderti fino a settembre in freezer, per capirci. (Scrivere recensioni al fresco sul terrazzo è molto d’aiuto, ve lo posso garantire.)
Ma bando alle ciance, iniziamo la recensione del settimo episodio di The Night Shift!

Spezzerei la monotonia e aprirei con Drew e con un’inaspettata Syd Jennings, ma quando è tornata?
Comunque, in America hanno problemi col fuso orario e così succede il patatrack, e puntualmente chi ci si ritrova in mezzo ad un prato che sembra l’Afghanistan per cinque minuti? Due reduci.
Vi dirò, a me Syd in questo Night Shift piace proprio tanto.

Peccato che, da buoni mainagioia quali siamo, la ragazza sia costretta a trasferirsi con quella dolcezza della figlia a Washington, ora, sapete quanto potenziale potrebbe tirare fuori questa donna se solo venisse assunta realmente?
Io una piccola speranza la nutro ancora, giusto perché la speranza è l’ultima a morire.
Devo dire anche che lei, Drew e Riley sembrano davvero una famiglia, nonostante Drew una famiglia ce l’abbia.
Si è visto per tutto l’episodio un bellissimo rapporto tra i tre e Drew mi ha fatto una tenerezza infinita, quasi quasi li shippavo pure. (No, non farò mai questo al mio Rick)
Questa volta lancio un nuovo hashtag #ridateciSyd.
Ci ridaranno qualcuno, prima o poi.

Dovete sapere che io ogni recensione di The Night Shift mi riprometto di non parlare di Jordan e TC insieme ma puntualmente fallisco.
Insomma, quanto sono carini mentre fanno i generali?
O meglio, Jordan fa da mamma, TC ci prova.
Quando fanno team sono il massimo, questo io lo penso da tre stagioni e continuerò a pensarlo.
Hanno chimica e nonostante non siano più una coppia, continuano a stare sulla stessa lunghezza d’onda ed insieme riescono a tirare fuori qualcosa di buono pure da quel testone di Topher, e ce ne vuole!
Che poi, con sti due, avremo mai qualche sviluppo positivo o no?
Abbiamo ancora otto episodi davanti, sono fiduciosa, specie per le scene intraviste nella sigla.
A me non fregano.

Night Shift
Questo è il mio mood, tipo sempre.

Il mio rapporto con Topher va a puntate, a volte mi piace a volte non lo reggo.
Bene, questo episodio di The Night Shift è il secondo caso.
È stato totalmente insopportabile, concedetemelo.
Jordan e TC volevano solo aiutarlo, mentre lui sembrava una donna in pieno ciclo, come Scott, che a quanto pare ce l’ha di nuovo con Jordan, e diamoci una calmata!
Specialmente quando si è nel torto ma, ahimè, queste teste abbiamo queste ci teniamo.
Tuttavia Toph ha fatto un po’ ammenda nel finale, ma poco poco, non allarghiamoci ora.

Chi non sopporto sempre invece è Kenny.
Non so perché ma credo sia l’unico personaggio di The Night Shift che trovo irritante tutte le puntate, proprio a pelle.
Non so, sarà il modo di porsi, il modo di parlare o la sua quasi inutilità ma è insopportabile.
Complimenti alla tizia che oltre volerci andare a vedere la partita di Basket ci fa altro.
Hai tutta la mia compassione.
(Che cattiva che sono)

Night Shift

Concludo con l’arcano svelatoci grazie al pittore avvelenato: a Shannon piace Paul!
Ripeto, a Shannon Rivera, donna cazzuta, piace Paul, che deve ancora essere inquadrato.
La cosa non mi dispiace, perché penso che Shannon possa essere quell’aggiunta che gioverebbe al povero Paul.
Staremo a vedere.

Un saluto alle affiliate Welcome To The Night Shift The Night Shift Italia

Continuate a seguirci Bleacheers e ricordate che stiamo cercando membri per entrare nel nostro staff, chi lo sa, magari sarete i prossimi a recensire uno dei nostri show! (trovate tutti i dettagli sulla pagina Facebook).

A cura di
Sara