RECENSIONE Guilt 1×03

Guilt RECENSIONI SERIE TV
Share

Eccomi qui con la nuova recensione di Guilt!
Puntata interessante, sicuramente molto meglio di quella della scorsa settimana, ma ancora la serie non è riuscita né a conquistarmi né a sorprendermi.

La storyline che è riuscita a farmi resistere per 40 minuti è sicuramente quella di Patrick e della moglie del professore che, già dopo la fine della scorsa puntata, mi aveva incuriosito.
Devo ammettere che la signora è stata il personaggio più affascinante fino ad ora e forse uno dei migliori, le motivazioni per il suo gesto erano ormai ovvie ma il modo in cui ha ingannato i poliziotti e fatto passare Patrick come colpevole è stato inquietante, ogni sua espressione lo era e mi è piaciuta molto per questo.
La parte che ho preferito è stata quella in ospedale dove, dopo aver finito il suo compito e messo fine definitivamente alla vita del marito, si dirige da Grace per “parlare” con lei.
 – Una parte di me sperava che avrebbe ucciso anche lei ma questo avrebbe messo fine alla serie quindi il mio era un sogno irrealizzabile… però ammetto che mi è piaciuto molto il modo in cui hanno interagito, lei ammette che aver ucciso suo marito non ha messo fine al suo dolore e lo dice solo dopo una domanda di Grace che per me la rende ancora più colpevole…


Il modo in cui le chiede “si sente meglio ora che non c’è più” e il mezzo sorriso che fa alla fine, mi lasciano molto perplessa perché, nonostante cerchino di farla passare come “vittima”, ci sono piccoli attimi in cui esce un lato di lei che ti fa mettere in dubbio la sua innocenza.

Io preferirei vederla come assassina piuttosto che sopportare ancora il suo vittimismo… e sono passate solo tre puntate!
Parliamo proprio di lei, Grace, che in questa puntata è finita in ospedale per aver assunto troppi sonniferi… io non so che problemi abbia, ma sembra proprio non farne una giusta, anche se la dichiarazione in diretta è stata una mossa geniale, tanto che anche Stan ammette che non avrebbe saputo fare di meglio. Proprio lui, infatti, fa capire che la povera e sfortunata ragazza stava mentendo!

Un altro personaggio che mi è piaciuto molto è Roz!


Sapevo che avrebbe usato il cellulare di Molly per ricattare qualcuno e chi se non il patrigno di Grace?
L’uomo infatti oltre ad avere un stretto rapporto con Molly, ha dei contatti con la mafia russa – mettersi nei guai è un vizio di famiglia!
La ragazza, che vuole far uscire la sua fidanzata da quel “club”, decide di ricattare James e questa volta neanche Stan può aiutarlo.
Ho trovato l’intero piano geniale e mi è piaciuto che Stan, l’uomo che da subito si è mostrato spavaldo e arrogante, si sia fatto fregare da una ragazza!

Il principe continua ad incuriosirmi, ma ancora non sappiamo molto di lui tranne che, oltre ad avere un fidanzata “perfetta”, ha dei segreti che non vuole che nessuno scopra, proprio per questo ha deciso di allearsi con il detective Bruno, affinché entrambi custodiscano i segreti dell’altro… questa nuova alleanza mi aveva già conquistata al “Pasta Bruno” e spero che sfruttino il loro potenziale!
Un’altra puntata che mette in risalto l’egocentrismo di Grace, la convinzione di Stan e che ci fa capire che nessuno è sincero, tutti hanno dei segreti e forse la storia diventerebbe più intrigante se cambiassero i ritmi e se qualche segreto iniziasse ad essere rivelato!

Prima di salutarvi vi ricordo di passare dalla nostra pagina facebook Bleacheers e non dimenticate che stiamo cercando membri per ampliare il nostro staff e, chi lo sa, magari sarete i prossimi a recensire uno dei nostri show! (trovate tutti i dettagli sulla pagina Facebook).

A cura di
Roberta