RECENSIONE The Flash 2×23

RECENSIONI SERIE TV The Flash
Share

Questo season finale di The Flash ha fatto nascere in me sentimenti contrastanti, tipo quello di uccidere Barry Allen e di abbracciarlo nel frattempo, e se devo dirvi, la prima opzione al momento vince.
Non è stato un brutto season finale, anzi, è stato anche piuttosto carino, ma mi sembra di avere a che fare con un gatto che si morde la coda, e dopo due sole stagioni credo sia più o meno grave.
L’ho visto in queste ultime puntate, The Flash è fondamentalmente una bella serie, non un capolavoro ovvio, ma una serie con un buon cast ed una buona base, ma il problema principale sono le storyline, sempre ripetitive che, alla lunga poi, stufano.
Credo che nella terza stagione sarà fondamentale trovare un nuovo sbocco, una nuova scappatoia, qualche novità che rinfreschi questo show.
Ma iniziamo con l’ultima recensione!

Flash
famigliole allargate

Barry è il problema di questa staticità, siamo onesti, perché sarebbe stato un ottimo episodio, se non fosse stato per il finale.
Esatto, non mi è assolutamente piaciuto.
Perché? Beh, direi che tornare indietro nel tempo per la milionesima volta per salvare sua madre credo sia piuttosto scontato, seriamente siamo ancora fermi a questo punto?!
Pensavo che il capitolo Nora si fosse finalmente chiuso nella passata stagione, con addii e cose connesse.
E invece no, Barry perde il padre e corre dalla madre, caro ragazzo, capisco tutto, ma sai andare avanti con le persone che ti restano?
Su questo il nostro Flash è molto debole, e questo continuo cambiare la linea temporale sarà tutto fuorché utile, sia a lui, che agli autori.
Che poi si ha sconfitto Zoom, ma non ne avevamo dubbi, ha salvato Joe, ha anche avuto la ragazza che desiderava da sempre, ma questo sembra non bastargli mai, come a cercare qualcosa di troppo.
Sarò cinica, ma credo che Barry Allen debba andare avanti, mettendosi l’anima in pace, imparando dal buon Oliver Queen.

La famiglia West, ad esempio, credo sia una delle più grandi fortune di Barry, perché nonostante tutto, sono sempre pronti a stare a fianco al nostro Flash, aiutandolo quanto possibile a fare la cosa giusta.
È bello come anche Wally, che conosce il velocista da poco, si affidi a lui per salvare il padre, insomma, è un bel gesto di fiducia.
Mi è piaciuto davvero molto il discorso di Joe per Harry, alla fine questi due sono sempre stati dalla stessa parte.
Per quanto riguarda Iris, confermo il mio pensiero di questa stagione, ossia che è cresciuta molto rispetto alla precedente e mi auguro che il nostro Flash sappia cogliere l’occasione, perché non è umano che dopo ogni bacio WestAllen quel pirla di Barry debba tornare indietro nel tempo. Insomma, ha proprio un tempismo che fa invidia agli svizzeri, mannaggia a lui, mannaggia.
Iris ascolta me, sfanculalo e trovatene un altro, o qua diventi vecchia.

Flash
Però si amano dai

Cisco e Caitlin non li ho visti molto alla ribalta, ma devo dire una cosa: se più volte ho elogiato l’interpretazione di Danielle nei panni di Killer Frost, oggi credo di doverlo fare per un altro motivo.
L’ho trovata, nel confronto con Zoom molto forzata, finta e artefatta, e voi direte, dove sta il complimento? Beh, semplice, ha saputo interpretare al meglio la situazione in cui il suo personaggio si è trovato e se Hunter è così “sottone” da non accorgersene, beh, è un problema suo.
Per quanto riguarda Cisco, credo che le sue solite battutine siano sempre una ventata d’aria fresca, ma sono molto incuriosita dai suoi poteri e dalle sue capacità, che spero avremo modo di esplorare meglio nella prossima stagione.
Cisco e Caitlin hanno molto da dare, va puntato molto anche su di loro.

Flash

Momento di trauma, ossia l’identità dell’omino mascherato.
È Jay Garrick.
È il vero Jay Garrick.
Che è il doppelganger di Harry Allen.
Che è il doppelganger barbuto.
Oddio!
Non me lo aspettavo, proprio no, almeno una cosa buona l’anno fatta questi autori un po’ bricconcelli.
(Sto scrivendo questa recensione guardando Take Me Out, se degenera giuro non è colpa mia)

Ma vorrei concludere col personaggio che questa stagione mi è entrato completamente nel cuore, ossia Harrison Wells di Earth 2.
Nonostante la piccola salita iniziale, l’ho trovato fantastico, a 360 gradi.
È stato fantastico come padre e come scienziato, davvero, mi sono ricreduta un sacco su quest’uomo e spero di rivederlo nella prossima stagione, esattamente questo Harrison, ma la vedo improbabile.
Così come ho trovato molto carina Jesse, mi ha colpito l’attrice, una delle persone più solari che abbia mai visto credo, così come il personaggio, che ha valorizzato il padre in un modo impressionante, quindi spero di rivedere entrambi, ma non ho grandi pretese, ormai.

Che dire, vi ringrazio per averci seguito in questa stagione di The Flash e avere sopportato gran parte delle mie invettive contro questa serie, e se tutto va bene, all’anno prossimo!

Un saluto alle affiliate  The Flash Italian Fans ϟ  Snowstorm • like fire and ice.  I believe in you, Barry. ϟ Telefilm Dipendenti

Per restare sempre aggiornati su news e curiosità passate da Bleacheers!

A cura di
Sara