Game of Thrones: chi sono i Figli della Foresta?

CURIOSITA' Game Of Thrones ORIGINALI SERIE TV
Share

Siamo ormai a metà stagione e i dubbi non mancano, specialmente riguardo quelle piccole creaturine che con Bran, il Corvo con Tre Occhi, Meera e Hodor vivono (più precisamente vivevano fino all’ultimo episodio) ai piedi dell’albero-diga. Chi sono questi Figli della Foresta

Un primo contatto con questi Figli lo abbiamo avuto al termine della quarta stagione, quando Bran, Meera, Hodor e Jojen, arrivati alla caverna dell’albero diga, vengono attaccati dagli scheletri. Un figlio della foresta di nome Foglia accorre in loro aiuto, permettendogli di entrare nella caverna; sarà inoltre lui a distruggere il corpo di Jojen, per evitare che diventi uno scheletro. Li incontriamo nuovamente nella 6×02 e nell’ultimo episodio, dove una visione del passato rivela che sono loro i responsabili della nascita degli Estranei.

I Figli della Foresta sono una razza non umana che originariamente abitava il continente di Westeros più di 12000 anni fa. Molti nei Sette Regni pensano che queste entità siano ormai estinte da tempo, o che non siano mai esistite. I Figli venerano di Antichi Dei, e scolpiscono volti sugli alberi-diga affinché veglino sulla foresta. Gli alberi-diga sono per loro oggetto di venerazione, e visti come vere e proprie divinità. Ovviamente si tratta di creature magiche, che nonostante il loro aspetto puerile possono avere anche  centinaia di anni. Alcuni figli della foresta godono della Vista Verde, ossia la capacità di avere visioni del passato o del futuro, come quelle a cui Bran assiste nei sogni condivisi con il Corvo. E’ possibile che Foglia stesso goda della Vista Verde; nella 6×02 avverte Meera del fatto che non rimarranno ai piedi dell’albero-diga ancora per molto, ed infatti nella 6×05 sono costretti alla fuga. Il figlio della foresta aveva già visto cosa sarebbe successo?

   

Continuate a seguirci Bleacheers e ricordate che stiamo cercando membri per entrare nel nostro staff, chi lo sa, magari sarete i prossimi a recensire uno dei nostri show! (trovate tutti i dettagli sulla pagina Facebook).

A cura di
Edoardo


Fonte