RECENSIONE The Flash 2×22

RECENSIONI SERIE TV The Flash
Share

E te pareva che pure The Flash non diventasse mainagioia, che brutti vizi.
In compenso ho notato una cosa, ossia che ogni anno, tutte le serie che santifica il signore seguono lo stesso identico schema, infatti, se ci fate caso, quest’anno la maggior parte delle serie (o solo quelle della The CW, devo ancora capirlo) hanno adottato due metodi identici: salti temporali ovunque e morte poco prima del season finale, morte che ti coglie alla sprovvista, perché ci si aspetta il peggio sempre nei finali, ma questi bricconcelli ci fregano, maledetti.
Io continuo la mia appurata teoria che, in prossimità del season finale, The Flash ha leggermente spolverato l’argenteria e riprende a tirar giù episodi decenti, perlomeno non mi addormento più mentre li guardo, il che è un grandissimo passo.
Non so cosa aspettarmi dalla settimana prossima, il promo mi convince zero, ma mai dire mai, tutto può succedere, forse.

Flash Barry

Barry questa puntata è stato bello pimpante, saltellando qua e là per gli Star Labs, diffondendo il buon umore a tutti, dimostrandosi forse fin troppo ottimista.
Infatti, reduce dalla puntata del viaggione cosmico in cui parla con le forze, il nostro Flash è convinto al mille per mille di avere l’universo dalla sua parte, di male in peggio insomma.
Perlomeno questo Barry non è piaga tanto quanto quello di tutta la stagione, fermo a subire tutte le angherie che quel cattivone di Zoom e dei suoi metaumani da compagnia, questo Barry è decisamente più reattivo, più stimolante e più convinto nei suoi mezzi, perché alla fine non è così mal messo.
La morte di Henry un po’ me la sarei aspettata, perché questo reinserirlo nel mondo del nostro Flash mi era sembrato piuttosto strano, e dato che ormai conosco i miei polli l’ho messo subito in conto… Povero Barry.
Il padre era uno degli ultimi punti di riferimento del ragazzo, e toglierglielo in questa maniera è un po’ da merdacce, fatemelo dire.
Cosa vi ha fatto di male Henry per ricevere così tante crudeltà?
Più che altro mi sembra una scelta piuttosto banale e scontata, ma vedremo, as always (io lascio il beneficio del dubbio a tutti, sono troppo magnanima)

L’altra votala mi ero lamentata della poca attenzione nei confronti di Caitlin, infatti oggi ce l’hanno riportata agli Star Labs in un Flash.
E se è traumatizzata la capisco, povera crista, si è passata un periodo con uno psicopatico di prima categoria, mentre gli altri erano preoccupati a parlare con forze oscure, quindi, cari Barry e Cisco, coccolatemi un po’ questa signorina che ne ha bisogno.
Però va detto che sotto un aspetto, Caitlin è come Felicity, ossia che possono passare l’inferno, ma alla fine sono sempre pronte a tornare sul campo e a dare il loro preziosissimo contributo, in questo caso infatti, in un lampo di genialità, lei e Cisco decidono di travestirsi da loro doppelganger (quanto mi manca questa parola, ridatemi Katerina Petrova pls) ossia Riverb e Killer Frost, personaggi che da parte mia son sempre i benvenuti, ma Caitlin e Cisco non son proprio capaci eh…

Flash Barry

Cisco e Wells tirano fuori piani geniali, al momento il loro ruolo in The Flash è questo, e al 99% delle volte sono anche piuttosto efficaci, come in questo caso.
Onde che distruggono i sistemi nervosi della gente di Earth 2, bello!
Apriamo subito la parentesi Black Siren: io non è che sia stata così entusiasta, perché non trovo un senso logico alle scelte autoriali sia di The Flash che di Arrow, perché il tutto, nell’insieme, non ha molto senso.
Non ha senso la morte di Laurel, non ha senso che Sara se ne accorga una quarantina di puntate dopo, non ha senso che torni il suo doppelganger metaumano che invece che essere un Canary è una Siren… Insomma, a me questa scelta non è assolutamente piaciuta, che poi come trama sia stato un bel colpo sicuramente, ma nel complesso non è stato così geniale.

Wells mi sta piacendo troppo, lui e Joe insieme sono uno scalino sopra tutti.
Agiscono sempre da padri, guardateli in questo episodio con Wally e Jesse, sarebbero da eleggere come padri dell’anno, soprattutto perché uno rischia di bruciarsi tutti i neuroni per salvare la sua bimba… Io l’ho sempre detto che Jesse Wells sarebbe stata utilissima in The flash, e si, mi piace anche la ship con Wally.

Flash Barry

Concludo con una sola frase: WestAllen s’ha da fare.

Un saluto alle affiliate  The Flash Italian Fans ϟ  Snowstorm • like fire and ice.  I believe in you, Barry. ϟ Telefilm Dipendenti

Per restare sempre aggiornati su news e curiosità passate da Bleacheers!

A cura di
Sara