RECENSIONE The Vampire Diaries 7×13

RECENSIONI SERIE TV The Vampire Diaries
Share

Quindi questo crossover tra The Vampire Diaries e The Originals s’ha da fare?
No seriamente, credo sia la cosa più positiva della stagione e spero vivamente porti qualcosa di buono, porta Klaus, porta sempre qualcosa di buono, mentre per quanto riguarda lo show madre, The Vampire Diaries, ho ancora qualche dubbio che proprio non riesco a risolvere. Quello che principalmente contesto è l’impostazione di Julie Plec, perché penso che a inizio stagione, dove prometteva abbastanza bene, abbia buttato troppa carne al fuoco, lasciando inevitabilmente cadere alcune cose, lasciando dei buchi nella trama che, secondo me, al punto in cui siamo, sono buchi che vanno riempiti, prima tra tutte la storia tra Bonnie ed Enzo.

Vampire

È stata una bomba lanciata durante il quinto episodio, qualcosa di inaspettato, e tra Bonnie ed Enzo abbiamo visto troppe poche interazioni. Se la strada di Damon, Stefan e co sembra abbastanza scontata, la storyline di Bonnie ed Enzo fa leggermente pena.
Io ho già detto la scorsa recensione che Bonnie è un personaggio che proprio non digerisco, per mille mila fattori, ma oltre all’amicizia con Damon e le streghette diaboliche cosa c’è d’altro? Il nulla, anzi, mi pare quasi una forzatura il suo personaggio, ho sempre la brutta sensazione che voglia sostituire Elena, e probabilmente non è così però… Almeno guardiamo il lato positivo, si è ricordata dell’esistenza di Caroline, che brava amica.

Parliamo proprio di Caroline, l’unica che mi ha fatto apprezzare la puntata. Questa puntata di The Vampire Diaries non se l’è vista benissimo, ma come al solito ne esce ottimamente, partorendo due nanette tanto carine quanto diaboliche, che si divertono a giocare con i macchinari della sala operatoria… Queste crescono proprio bene.
Sul fronte Steroline, niente da dire, sono proprio carini, perché è bello vedere che a Stefan importa davvero di qualcuna dopo Elena, e nonostante non sia la fan numero uno della coppia, mi dispiace quasi che si siano lasciati, così come credo sia palese che torneranno insieme prima o poi.
Quanto Caroline sia adorabile lo si capisce proprio dal fatto che perfino gli eretici più testardi la aiutino, perfino quelle che l’hanno rapita.
È il personaggio che in assoluto preferisco al momento, proprio per la coerenza che mantiene e la crescita che ha da sette stagioni.
Ma arriviamo al momento clou dell’episodio: Caroline va a New Orleans! Ripeto, Caroline va da Klaus! È la cosa che aspetto dal centesimo episodio, e qualsiasi cosa succeda, sarò contenta. (#Klarolinewillrise, io dico solo questo.)

Vampire Vampire

Vampire

Punto svarione della recensione (plot twist a caso): Stefan molla Valerie, Caroline molla Ric, Ric finisce con Valerie e vissero tutti felici e contenti.

Ric ogni tanto ha una gioia, almeno queste due bambine sono nate senza problemi enormi.
Il motivo dell’avvicinamento tra il professore e la bionda mi sembra piuttosto chiaro, infatti nonostante non siano sangue del suo sangue, Caroline è la madre di queste creature e quello che porterà i neogenitori a trasferirsi è proprio cercare una sicurezza per queste due bambine, quindi andare il più lontano possibile da Mystic Falls.
Non so quanto questa relazione sia profonda o se sia una naturale conseguenza della situazione, ma è una cosa che devono assolutamente mostrarci, proprio per evitare buchi di trama troppo grandi.
E comunque Ric che manda le figlie da Klaus deve essere sotto effetto di strane robe, non ricordo un ottimo rapporto tra i due.

Donovan è disperso ed Enzo prova a fare qualcosa di utile, ma a furia di stare con Matt per osmosi ha assorbito la sua idiozia.
Come si dice, a stare con lo zoppo si impara a zoppicare.

Per quanto riguarda le tre eretiche, inizia a starmi quasi simpatica pure Mary-Louise, se collaborano le tre donne secondo me ne può uscire qualcosa di buono, mentre Beau beh, era fondamentalmente inutile.

Arriviamo alla parte centrale della puntata ossia Rayna-Damon-Stefan.
Io l’ho sempre detto, quando i Defan collaborano, The Vampire Diaries ne guadagna. Sono due fratelli che ne hanno affrontante tante ma nonostante questo sono sempre uniti, nel bene e nel male.
Damon vuole togliere dalla circolazione Rayna e nel tentativo di farlo la paragona ad Elena e alle sue doppelganger, e lì Katherine si è rivoltata nella tomba.

Vampire
Damon vive con il senso di colpa per aver cotto Elena (nel vero senso della parola) ma ovviamente interviene il nostro Enzo, che risolve tutti i problemi, più Enzo per tutti, infatti Elena è al sicuro, lontano da tutti.
Vorrei soffermarmi sull’espressione di Stefan quando scopre che Elena è ancora viva: io non ho mai shippato Stelena, ma l’amore che lega questi due è splendido.
È un amore quasi fraterno, che comunque rispetta le prime tre stagioni e se nel destino di Elena c’è Damon e in quello di Stefan pare esserci Care, dove nella scena della pseudo rottura questa cosa è molto chiara, questi due ci saranno sempre l’uno per l’altro.
Damon reagisce in modo strano al dolore e lo si sa, ma confido in lui e mi aspetto ancora molto dal suo personaggio.
Rayna invece, nonostante i flashback, mi è ancora un po’ estranea, quindi aspetterò a dare un giudizio definitivo, ma se devo essere onesta al momento mi pare che sia qualcosa di già visto, forse nella quarta stagione.
Indubbiamente, la caccia di Rayna si è appena aperta.
Sarà più furba la preda o il cacciatore?

Con questa domanda vi lascio e ci sentiamo la prossima settimana, con una mega recensione crossover!
Un saluto alle affiliate The Originals Streaming Italia | Ian Somerhalder Italian Daily  | Paul Wesley Italian Fans | The Vampire Diaries Streaming Italia

A cura di
Sara