RECENSIONE Lucifer 1×04

Lucifer RECENSIONI SERIE TV
Share

Quarta puntata di Lucifer e abbiamo ottenuto Tom Ellis seminudo, qualcuno ci vuole davvero tanto bene.

Scherzi a parte, che poi mica scherzo, questa puntata è stata fino ad ora in assoluto la mia preferita, proprio a livello di copione e di dinamiche, perché finalmente inizia a delinearsi una trama sempre più dettagliata, e forse anche il nostro Lucifer incomincia a diventare un personaggio leggermente più chiaro, anche se continuo a credere che se da un lato scopriamo qualcosa,  perdiamo qualcos’altro da qualche altra parte, stile labirinto.

Lucifer

Partiamo proprio dal nostro caro Lucifer Morningstar, che questa puntata ha deciso di armarsi di coraggio e andare ad importunare decisamente troppo spesso una Chloe Decker vicina all’esasperazione.
Perchè  alla fine è così, Lucifer coi suoi modi porta all’esasperazione o, in casi peggiori, all’omicidio. È come avere una costante presenza fastidiosa nella vita di tutti i giorni, come una mosca che ti vola vicino all’orecchio… insomma, il motivo per cui adoro tanto questo personaggio è proprio questo: il suo essere così fastidioso con questo ghigno diabolico (aggettivo per altro azzeccatissimo) e il suo essere così convinto.
Infatti, se c’è una cosa che Lucifer sa è quella di avere potere sul genere femminile e non averlo su Chloe, che poi sul non averlo dovremmo discuterne, lo fa uscire di testa.
Ho adorato la scena in cui mostra quello che definirei il suo vero volto alla ragazza del caso della settimana, e ho soprattutto adorato il fatto che l’abbia visto Chloe, che inizia a porsi qualche domanda.

Lucifer

Chloe era destinata a diventare il mio personaggio del cuore e così è stato, perché oltre la maledetta testardaggine, trovatemi un difetto in questa ragazza.
Credo che Chloe sia combattuta per quanto riguarda l’argomento Lucifer, perché se da un lato inizia a gustare la prospettiva che Lucifer sia davvero chi dice di essere, dall’altro non vuole crederci, mostrandosi il più razionale possibile, perché credo che qualsiasi persona, trovandosi davanti uno che dice di essere Lucifero, reagirebbe nello stesso modo.

Chloe è attratta dall’oscurità di quest’uomo (chiamala scema) e questa puntata mi è parso che si sia lasciata andare un po’ di più (e no, non parlo dell’asciugamano). Ho visto questi due personaggio decisamente più vicini e complici, come se finalmente entrambi iniziassero a capire che questo qualcosa va oltre l’odio e il rapporto lavorativo, perché c’è ben altro.
Se Chloe indebolisce Lucifer, Lucifer rende insicura Chloe.

Episodio curioso è stato proprio quello della sparatoria, infatti dal non dover restare ferito, il nostro Lucifer viene ferito, sente dolore e sanguina pure!
Ora, questa scena mi ha fatto apparire, chiara come il sole un possibile finale di stagione, ma mi ha anche fatto fare due calcoli: perché Lucifer subisce questo male? È colpa di qualche intervento divino o è proprio colpa della persona che c’è dietro il grilletto, ossia Chloe?
Propendo per la prima, sempre in relazione al fantomatico finale ma non escluderei completamente la seconda.

La scena in cui Chloe nota le cicatrici posso solo definirla in un modo: splendida.

Lucifer Lucifer

Trixie è la bambina più adorabile di questo mondo, sappiatelo.
Nonostante venga maltrattata da Lucifer, o meglio, trattata  come se fosse un cagnolino, nel vero senso della parola, resta la più geniale lì in mezzo, soltanto per aver notato che sulla maglia c’era sangue e non ketchup e soprattutto per il fatto che il suo ragionamento finale non fa una piega.
Ah, quando i consigli materni si ritorcono contro, che meraviglia.

Dan invece era, è e resterà l’essere più odioso di questa terra. Come vi ho già dettò nella prima recensione, mi ricorda molto il marito di Laura in The Mysteries of Laura, molesto e invadente. Capisco che forse sei ancora legato alla tua ex moglie, ma lasciala vivere serena, non ha sicuramente bisogno del Mr. OcchiAzzurri della situazioni che gli faccia da padre, Chloe sa difendersi benissimo da sola.

Maze, mia cara Maze.
La vedo cinque minuti e la amo sempre di più, non credo sia descrivibile a parole quanto questo personaggio sia cazzuto.
Quando è apparso Amanadiel (sto imparando a scrivere il nome) e quando hanno iniziato a lottare, ho sperato di vedere qualche accoltellamento tra diavoletta e angelo, però poi vi devo confessare che quando Maze ha amorevolmente leccato la faccia a questo angelo, ho seriamente pensato che la sbattesse al muro dando vita ad una scena che avrebbe scaricato sugli autori tutte le maledizioni fattibili dalla chiesa, quindi probabilmente se la saranno risparmiata, ma se mai faranno una cosa del genere avranno tutta la mia approvazione.
Sì sono una brutta persona.

Lucifer

In questa puntata ho anche scoperto che la psicologa, Linda, non mi sta così sull’anima come pensavo, anzi, mi sta quasi simpatica… no aspettate, simpatica no, ma almeno ha un’utilità nella trama.
Non fa solo la tappabuchi ma come vi ho già detto, questa donna è la nostra chiave per capire come dannazione funzioni Lucifer, perchè sappiamo solo metà della storia, dobbiamo vedere le due facce della medaglia e questo esserino biondo, per quanto molesto sia, è la nostra chiave.

Alla prossima, Passate da Bleacheers e salutiamo la nostra affiliata Lucifer Italia !

A cura di
Sara