Game Of Thrones : le immagini più belle, da barriera a barriera.

CURIOSITA' Game Of Thrones ORIGINALI SERIE TV
Share

Game of Thrones , si sa, è famoso per i suoi finali di stagione che non risparmiano nessuno, ma c’è qualche altro momento indimenticabile che è doveroso ricordare.

Ricordiamo che questo articolo contiene GRANDI SPOILER, poiché tratta momenti dalla prima alla quinta stagione

BENVENUTI A WESTEROS
Il primo avvistamento della Barriera è un’introduzione mozzafiato nel mondo di Game of Thrones, dove impossibili e massicce strutture difensive, create interamente di ghiaccio, possono esistere. È la location più famosa della storia, e anche una che ha visto una giusta quota di conflitti sin dalla prima stagione, senza nessun segno di cedimento.

IL PRIMO SGUARDO A UN ESTRANEO
Pochi minuti dopo l’inizio del primo episodio, gli spettatori possono dare un’occhiata per la prima volta ai White Walkers, le creature della neve che parlano una lingua che sembra come il rumore del ghiaccio che si sta rompendo, e trasformano tutte le loro vittime in zombie irragionevoli. Il primo estraneo che abbiamo visto, una piccola e fredda ragazzina con dei diamanti blu ghiaccio al posto degli occhi, rimane una delle immagini più inquietanti della serie.

IL METALUPO E IL CERVO
Chi sapeva che Eddard Stark e suo figlio avrebbero trovato una cucciolata di metalupi che avrebbero cambiato per sempre le loro vite? Così come è importante l’introduzione di Spettro e dei suoi fratelli, lo è anche il simbolismo della casata degli Stark, l’incarnazione di un cane rimpinzato con un corno, che rappresenta la casata dei Baratheon, che rappresenta una potenziale casata corrotta dai Lannister. È il conflitto tra la famiglia di Ned e quella di Cersei, in poche parole sanguinoso.

MANGIA IL TUO CUORE
Non ci è voluto molto prima che Daenerys Targaryen fosse promossa da sottoposta spaventata a donna che prende il comando del suo stesso destino, e che la sua innegabile forza si veda a pieno schermo come le appena coniate feste in cui si mangia il cuore di un cavallo, come parte delle usanze Dothraki. È un modo viscerale per trasmettere la trasformazione da bambino a conquistatore.

CAMBIO DI GIOCO
Chiunque credeva di sapere come si sarebbe svolta la storia dei Troni, ha visto arrivare l’oscintillante spada del carnefice Ilyn Payne a dimostrare che si sbagliavano. L’improvvisa morte definitiva di uno dei personaggi principali più amati, nel penultimo episodio della prima stagione, ha provato che questa non era una serie fantasy come le altre. Le morti successive non hanno che avvalorato questa tesi, ma la decapitazione di Ned rimane uno dei momenti che ha cambiato per sempre i giochi di Game of Thrones. 

IL RISVEGLIO DEL DRAGO
Daenerys Targaryen non ha solo camminato in una struttura in fiamme ed emersa illesa dalle rovine fumanti, è anche emersa da fiera madre di tre nuovi figli. Cuccioli di drago. Introdurre i draghi nel mondo di Game of Thrones era il primo passo importante per portare la magia nello show, ed è stata presentata in modo indimenticabile: nuda, senza paura, e da regale Daenerys. 

 
 
 
FUOCO SULLA BAIA
È un vero e proprio spettacolo pirotecnico come solo Game of Thrones potrebbe fare, il culmine esplosivo della Battaglia delle Acque Nere. Ci sono innumerevoli immagini che si potevano evocare pensando al penultimo episodio della seconda stagione, una delle migliori ore dello show, ma il neon verde che si estende a macchia d’olio incendiando la flotta di Stannis Baratheon vince la torta.
 
 
 
LA CADUTA DI GRANDE INVERNO
“Non potrai più tornare a casa”. Il vecchio motto agisce da tema chiave in GoT, ed è sintetizzato nell’immagine delle rovine fumanti del castello degli Stark, vittima della guerra causata dalla stupidità di Theon Greyjoy, combinata alla natura opportunistica dei Bolton.
 
 
 
BACIO COL FUOCO
In quello che è semplicemente in momento più romantico e allo stesso tempo più epico di Game of Thrones, Jon Snow e la sua amante bruta Ygritte raggiungono la vetta della Barriera dopo una brutale e insidiosa salita. Il loro primo istinto è quello di guardate a sud dei Sette Regni, un mondo completamente estraneo a Ygritte. Il loro secondo atto? Far scoppiare la passione nel punto più alto del mondo. Persino GoT delle volte lascia che i personaggi abbiano dei momenti di pura beatitudine.
 
 
 
IL RED WEDDING
L’esatto opposto di “pura beatitudine” è il Red Wedding, un atto di crudeltà così brutale che fa sembrare la morte di Ned Stark un gioco per bambini, a confronto. Come per le Acque Nere, ci sono molte immagini che potremmo scegliere da questo insopportabile tradimento a sfavore degli Stark, dall’assassinio di Talisa al pianto angoscioso di Catelyn. Ma è in realtà il finale della terza stagione, il quale vede il corpo di Robb Stark decapitato, al quale viene attaccata la testa mozzata del suo metalupo, che fune da combustibile per un incubo perfetto.
 
 
 
COME VIENE FATTA LA SALSICCIA
Ramsey Snow si rivela, dopo aver passato la terza stagione a torturare fisicamente e psicologicamente Theon Greyjoy. Negli episodi dopo la sterilizzazione di Theon, Ramsey punzecchia il suo prigioniero agitandogli in faccia una salsiccia di maiale. È umorismo nero a modo suo, ma è ancora una più forte testimonianza del fatto che a Westeros ci sia qualcuno ancora più crudele di Joffrey Baratheon.
 
 
 
IL PURPLE WEDDING
Il malvagio re Joffrey soffoca a morte al termine della sua cerimonia di nozze in “The Lion and the Rose”, e il successivo episodio inizia subito con uno sguardo incredibilmente prolungato all gioco dei cattivi. Si tratta di un promemoria viola e velenoso per ricordarci che anche i cattivi su un trono ottengono ciò che si meritano.
 
 
 
TYRION PRENDE LA PAROLA
“Sono sotto processo perché sono un nano da tutta la vita”. Finalmente, Peter Dinklage vince un Emmy per aver sputato fuori le parole che aveva masticato per tutta la vita, non preoccupandosi più per le conseguenze della sua amara verità. È uno dei momenti migliori di Tyrion, e il modo in cui sputa veleno a chiunque lo circondi, dopo  aver instancabilmente lavorato per proteggere il popolo e la sua famiglia, è visivamente indimenticabile.
 
 
 
 
LA VIPERA FA POP
Sì, le cose brutte capitano alle persone cattive a Westeros. Sfortunatamente, più spesso, le cose brutte capitano alle persone buone. Caso in questione: Oberyn Martell, la cui testa è stata fatta esplodere come un brufolo dal suo nemico giurato, Gregor Clegane, dopo che lo aveva quasi stato sconfitto. È senza dubbio la morte più orribile nello spettacolo e che tormenta gli spettatori, ammesso che riescano ancora a dormire.
 

“YOU KNOW NOTHING, JON SNOW”
Jon Snow che sta cullando il corpo senza vita della sua amante proibita è l’antitesi perfetta del suo bacio con Ygritte in “The Climb”, un doloroso promemoria che tutte le cose belle hanno una fine alla fine di questo viaggio.

 
 
 
 
IL LEONE NELLA LATRINA
L’uomo più potente del Westeros non è morto ruggenti, ma con un “plop”. Tyrion ha finalmente avuto la sua vendetta di tutta la vita contro il padre nel finale della quarta stagione, scaricando più dardi contro Tywin durante una pausa bagno. I fan non dimenticheranno mai l’immagine finale del potete Tywin Lannister, visto per l’ultima volta seduto non sul Trono di Sapde, ma su uno di porcellana.
 
 
 
 
ADDIO WESTEROS
Non puoi più tornare a casa, ma puoi lasciarti il tuo meschino passato alle spalle. Dopo una stagione di fughe, costretta a difendersi, Arya Stark si lascia finalmente Westeros alle spalle, pronta a nuove avventure nel nuovo mondo. Vedere una degli Stark andare dove nessuno Stark è andato mai prima, il vento del mare che le attraversa i capelli, è una forte testimonianza della forte natura della famiglia di Arya.
 
 
 
VIENI DA ME, SNOW
Il Re della Notte, camminando sulla riva dell’acqua, fissa Jon Snow in partenza, cone le braccia aperte e gli occhi minacciosi, sollevando un esercito di non morti con una calma disinvolta… davvero, non ci sono parole che possano descrivere meglio uno dei momenti più terrificanti che la vista stessa del momento.
 
 
 
IL DRAGO PRENDE IL VOLO
Daenerys Targaryen che prende il volo sul dorso del suo imponente drago Drogon, è stato un momento sorprendete della quinta stagione. Dopo averla vista volare sopra Meereen, le possibilità di Dany e della sua creatura sono davvero infinite.
 
 
 
 
“FOR THE WATCH”
È la morte che ha generato migliaia di teorie e uno, il momento che ha lasciato il pubblico senza fiato e appeso sul bordo di una scogliera da allora: Jon Snow, disteso sulla sua schiena, sanguinante e con lo sguardo senza vita che fissa le stesse. È morto? Probabilmente. È morto per sempre? Quasi sicuramente no. Ma non importa come ne esce fuori, il corpo di Jon freddo e sanguinante è una delle immagini più agghiaccianti di tutto Game of Thrones.
 
 
 
MANCE RAYDER BRUCIATO VIVO
  
Per essere aggiornati costantemente sul vostro telefilm preferito, passate a trovarci anche sulla nostra pagina Facebook ! 
A cura di
Marzia