RECENSIONE Once Upon a Time 5×11

Once Upon a Time RECENSIONI SERIE TV
Share

Vi sto scrivendo queste due righe prima di iniziare la puntata, ora un bel caffè (la meraviglia del fare i ponti e alzarsi rintronate dal troppo dormire) e inizio.
Sappiate che vi ho voluto bene e che quella che seguirà sarà tutto fuorché una recensione tipica, anzi.

Okay, ho appena finito l’episodio senza sottotitoli e beh, dovete sapere che io sono abbastanza emotiva per quanto riguarda le serie, e ci sono episodi tipo il finale della sesta stagione di The Vampire Diaries che mi fanno piangere per ore, sembrando una pazza.
Bene, l’episodio di OUAT è stato uno di questi, gli ultimi venti minuti sono stati una tragedia.
Lo sapevo, me lo aspettavo ma è sempre un colpo al cuore, perché Killian Jones è da sempre uno dei personaggi che amo di più.

L’episodio mi è piaciuto davvero tanto, al punto che ho abbandonato anche il brutto vizio che mi porto dietro, ossia quando mi annoio di saltare le parti, ma stavolta no.
Il mio essere emotiva ha ricevuto un aiuto dalla recitazione di Jennifer e Colin, che sono stati meglio del solito, se è eventualmente possibile. Anche Ginnifer mi è piaciuta in alcune scene.
Onde evitare poemi, passiamo all episodio in sé.

Sarà l’aria dì midseason ma anche Robin mi è piaciuto, oggi sono buona, è quasi Natale.
Mi sono piaciuti tutti, ma credo mi focalizzerò soltanto su Gold, Regina, Emma e Killian.

Era la lontana 3×23 quando, nella foresta incantata, Killian confessa che per la sua amata andrebbe in capo al mondo o dei tempi, e alla domanda di Charming se lei avrebbe fatto lo stesso, lui risponde non lo so.
Ora lo sa.
Emma andrà all’inferno per lui.
Ebbene sì, alla fine Killian è morto.

So che questo è un trauma però confido nella benevolenza degli autori per la seconda parte di stagione e devo anche ammettere che, nonostante pareri discordanti, a me questo episodio è questa prima parte di stagione mi sono piaciuti un sacco, al diavolo gli Haters.
Non possiamo pretendere il top da ogni show, ma OUAT per essere alla sua quinta stagione si sta ancora salvando egregiamente, ve lo dice una che ha assistito alla disfatta di TVD e Glee come fosse niente.
Probabilmente sì, avrei gestito meglio tutta la presenza di questi oscuri, ma alla fine sono comunque soddisfatta.

Emma si è mostrata per quella che è, ossia colei che salva sempre le persone, mentre Regina e Killian si sono dimostrati come al solito badass fino in fondo.

Direi, di parlare subito di Rumple, la cosa che più mi ha deluso: insomma si è riscattato e adesso è finito di nuovo com’era all’inizio e tutto ciò che ci metterà di nuovo? Belle, come sempre.
Ecco, su questo non apprezzo la scelta degli autori, ossia bistrattare sempre questa povera ragazza, che nonostante tutto continua a credere nell’innocenza dell’uomo che ama quando in realtà, ormai, è irrecuperabile, quindi tanto valeva lasciar partire Belle e dare a Emilie la sua benedetta e meritatissima pausa, con un certo onore, senza tirare in mezzo una gravidanza che ormai mi sembra troppo palese e ovvia.

Tuttavia in Rumple ho visto ancora un barlume di umanità ma, a giochi fatti, credo che sia stata tutta una messinscena: l’espressione che aveva quando Emma e Regina si sono presentate al suo negozio, mi ha trasmesso umanità ma evidentemente mi sbagliavo, perché ha escogitato il suo solito trucchetto.
Ripeto, non fosse stato per Belle, avrei apprezzato appieno questa scelta.

Regina invece, è sempre la migliore.
Rivederla nei panni di Evil Queen, mi ha fatto un sacco piacere, ma il punto è perché lei e Killian han finto di non conoscersi?
Sono convinta che i due discorsi di Regina al nostro pirata preferito siano stati d’aiuto tanto quanto l’ostinazione di Emma, perché Regina ha sempre il bellissimo pregio di sbatterti in faccia la realtà, senza filtri o altro.
Ecco, Regina è uno dei personaggi più sinceri di Once Upon a Time ed è proprio la sua sincerità che salva, passatemi il termine, il culo a tutti.

Come ha conosciuto Killian poi, mi è piaciuto, perché ci ha mostrato i due personaggi in una sorta di collaborazione, presentandoci anche il padre di Hook…
Ecco, la vera domanda è: che genitori esistono in OUAT? Uno peggio dell’altro oh.
Tornando a Regina, beh niente, è perfetta. (#PiùReginaMillsPerTutti)

Emma, la mia piccola Emma.
Voi non avete idea di quanto mi abbia fatto piangere, perché alla fine mi fa tenerezza, tenta di salvare sempre tutti, tenta di proteggere tutti, insomma fa di tutto per tutti. Vederla perdere Hook così è stato un colpo basso perché finalmente in lui aveva trovato tutto quello che poteva mancarle, ossia una figura capace di starle sempre accanto, come non sono stati in grado i suoi genitori e come non è stato capace Neal.
Non fraintendetemi perché sono CS shipper, ma sono convinta che Hook sia mille volte meglio di lui, per una serie di motivi che ormai sono ovvi.

Hook ha sacrificato tutto per lei, anche se stesso, e questa cosa fa tanto fiaba, quindi torniamo alle radici più profonde di Once, che è pur sempre una immensa fiaba.
Sono convinta che nel percorso di Hook, il discorso di Regina e la sofferenza di Emma siano state il punto di rottura, perché lui, a differenza di Gold, ha scelto la donna che AMA e non l’oscurità e per questo gliene sarò sempre grata.
Ci ha dimostrato come un personaggio possa passare dalla notte al giorno per amore e di come possa diventare un eroe anche senza un cuore nuovo, perché Hook ormai è un eroe.

Giusto per parlare rapidamente degli altri, Zelena a Oz dura da Natale a santo Stefano e tornerà più Wicked che mai, povera bambina.
Henry e l’espressione che ha fatto quando ha visto morire Hook, è stato come veder morire un padre per lui.
Quelli di Camelot sono tornati a Camelot, credo abbiano eliminato la scena.
E niente, dopo questo mid season da strapazzo vi saluto e ci risentiremo a Marzo, tutti pronti a sopportare L’Underworld vero?

Vero?
(No, torna Milah, io non ce la posso fare figlioli.)

Alla prossima settima e un saluto alle affiliate All aboard with Captain Swan; |Welcome to Storybrooke. | I Manzi di Once Upon A Time •

Per non perdervi tutte le anticipazioni sul ritorno di Once Upon a Time, continuate a seguirci su Facebook.

Sara