R Quantico

RECENSIONE Quantico 1×05

Quantico RECENSIONI SERIE TV
Share

Nuova puntata, nuova missione.
Questa volta si va sotto copertura, ma che ci sia qualcuno sotto copertura anche all’interno della squadra?

Più passano le puntate più cambiano i sospettati. Se nella scorsa puntata i sospetti erano su Shelby, in questa cadono di sicuro su Caleb.

Ma parliamo della puntata:
all’accademia i ragazzi hanno una missione, imparare a impersonare qualcun’altro sotto copertura. All’inizio era tutto molto semplice, avevano tutte le informazioni sul soggetto, dovevano solo impararli ed essere abbastanza convincenti, per poi essere interrogati da Liam. Ma ovviamente non c’è mai nulla di facile, perché arrivati sul campo i ragazzi hanno dovuto scambiare l’identità con il compagno accanto. il loro compito, una volta arrivati alla festa, è fingersi degli impieganti per ottenere un colloquio con Norman Reed l’amministratore delegato della compagnia. Il compito non è facile, e per alcuni è molto più difficile, come per le gemelle Nimah e Raina, che ogni ora si devono dare il cambio scambiando il più velocemente possibile le informazioni che hanno acquisito, alla fine saranno a incontrare l’amministratore.
All’interno del  FBI loro devono vivere come un’unica persona.
Nel frattempo Simon è impegnato a deviare Elias dalla verità, infatti invita Max alla festa, per dimostra che lui ha veramente un ragazzo maa Elias non si da per vinto e all’insaputa di Simon, si presenta da Max scoprendo così la verità, infatti i due si erano visti soltanto una volta, e da quel giorno non avevano avuto più contatti.
Elias minaccia cosi di dire la verità per farlo buttare fuori. L’indomani lui gli racconta tutta la storia, che dopo quello che ha visto e fatto ,durante il periodo delle Forze di Difesa Israeliane, ha deciso di crearsi una falsa identità, per dimenticare la persona che era stata.
L’uomo gli crede e in un certo senso lo perdona per le bugie.
Ancora non capisco tutta questa ossessione di Elias nei confronti di Simon, e continuo a non capire perché Simon si fingeva gay.
Che ci sia qualcos’altro?
Neanche per Shelby è facile, visto che Caleb cerca in tutti i modi di boicottarla, poiché crede che lei abbia fatto la spia su di lui. Caleb infatti passa tutta la serata a punzecchiare Shelby, in quando lei stanca lo porta in un’altra stanza accusandolo di avercela con lei solo perché non fa più parte della NAT, dopo diverse battute, e la frase “ allora zittiscimi” che fa scoppiare la passione fra di loro –Finalmente-  e passano la notte insieme, ma lui la mattina – per quanto è stronzo-la lascia sola e gli fa perdere anche il bus.
Shelby e Caleb non sono gli unici ad aver fatto scintille durante la festa, a loro si uniscono Alex e Ryan.
Miranda inoltre parlando con Liam, comprende che lui ha buone ragioni per mettere alla prova Alex cercano di capire cosa lei sappia, per questo motivo Miranda dice a Ryan di lasciar perdere.A quanto pare Alex sa qualcosa che non dovrebbe sapere.

Nel presente Alex tiene ancora come ostaggio Shelby, mentre in tv mandano una sua foto di riconoscimento, Ryan la informa che se FBI ha l’ordine di sparare a vista. L’unico modo che ha Alex di farsi ascoltare, e di dichiararsi innocente e quella di fare un anonima intervista in diretta, cosi chiede aiuto a degli Unknown, gli hacker del web, che decidono di incontrarla e dopo varie domande le credono e la mandano in diretta. Ma FBI riesce a rintracciare il segnale e si reca nel punto dove si trovano. Ma lei, furba decide di nascondersi nella moschea, per poi  indossare il burka e mescolarsi tra la folla. Ryan e Simon sono preoccupati che Shelby, ritrovata senza sensi e ora in centrale, posso smascherarli, ma la ragazza non lo fa, perché inizia a credere all’innocenza di Alex.
A fine puntata a i tre ragazzi scoprono che Caleb era a Grand Central il giorno dell’attentato.


Roberta