home RECENSIONI, SERIE TV, Timeless RECENSIONE Timeless 2×04

RECENSIONE Timeless 2×04

Share

Con un membro in meno, Lucy  propone a Flynn un posto sulla scialuppa. E da una missione andata bene potrebbe nascere una nuova e solida alleanza.

Dopo una settimana di pausa, Timeless torna nel pieno dell’azione con una puntata avvincente e interessante. Ciò che ho apprezzato maggiormente di questa puntata è la ricchezza di materiale, ha coinvolto diverse questioni importanti, ha tirato fuori sentimenti, paure e streghe senza sfociare nel pesante. Ha cambiato le carte stravolgendo pensieri ed emozioni.

Ritroviamo il nostro team proprio dove l’avevamo lasciato, nel panico mentre cercano invano di contattare Wyatt per partire per un nuova missione.
Con il nostro soldato che cerca di recuperare il rapporto con l’ex defunta moglie, nella scialuppa c‘è un posto vuoto e al nostro team serve qualcuno forte e determinato, gli serve Flynn.

“Un giorno lavoreremo insieme”

Sono state queste le parole che l’uomo ha detto a Lucy nella scorsa stagione, non so ancora come facesse a saperlo ma aveva ragione. Quel giorno è arrivato.
Mi è piaciuto vederli collaborare, la sua presenza è stata fondamentale per questa missione perché senza di lui la situazione sarebbe finita veramente male.
Il suo personaggio ha molto potenziale, nella scorsa stagione abbiamo visto il suo lato “peggiore”, o almeno è quello che abbiamo voluto vedere, abbiamo ignorato le sue motivazioni  facendolo passare come il cattivo della situazione mentre era solamente un uomo che cercava giustizia.
Adesso che sappiamo la verità, e conosciamo il nemico, la sua alleanza con in team mi convince sempre di più.

La caccia alla streghe è iniziata e Lucy sembra essere l’obiettivo perfetto.

In un epoca in cui le donne venivano giustiziate a accusate di stregoneria solo perché lottavano per mandare avanti i proprio obiettivi e le loro passioni, Lucy viene accusata dalla propria madre che la mette davanti un bivio: o lei o la morte.
Ho visto, per la prima volta, segni di cedimento in Carol. Forse si è resa conto che non vale la pena perdere sua figlia per un qualcosa di non concreto. Non si tratta di eliminare una minaccia, si tratta della vita di sua figlia – la sua unica figlia considerando che ha lasciato che l’altra sparisse-. Non speravo in un suo cambiamento, non immaginano l’idea che lei potesse rivoltarsi contro suo nonno e la causa che ha portato avanti per tutta sua vita, ma è stato comunque gratificante vedere che lei essere una madre è più importate che essere un membro di Rittenhouse.

A condizionare la missione di questa settimana è stata la visione di Jiya.
La ragazza confessa a Rufus la sua premonizione e l’uomo entra in una sorta di soggezione. Ogni sua mossa è spinta dal timore di quella visione. Cerca di cambiare gli avvenimenti ma non riesce ad impedire a quell’uomo di morire. Alla fine si sente anche in colpa, e riversa il suo risentimento in Jiya.

Un’altra chance per Wyatt!

Wyatt, dopo aver scoperto che Jessica è viva, cerca un modo per rimediare ai suoi errori passati, a mesi che per lui non sono mai esistiti.
Catapulta Jessica nella sua realtà, mostrandogli cosa sta facendo e il perché.
Non mi sorprende che abbia scelto di stare con lei, e non riesco a non fargliene una colpa.
Quello che ha avuto con Lucy è stato dolcissimo ma adesso sua moglie, la donna che ha sempre amato e per la quale ha sofferto, è tornata ed è assolutamente logica la sua decisione.

Ma l’idea che Rittenhouse sia il responsabile della sua non-morte, mi lascia molto dubbiosa.
Perché l’hanno fatto? In che modo questo cambiamento può giovare alla loro missione?

Prima di salutarvi vi consiglio di passare di passare da: Timeless Italia Serie TV, Timeless Italia.«Saves the Past, Protect your Present» Timeless & Frequency, e sulla nostra pagina Facebook!
Un grazie a Traduttori Anonimi che con i loro sottotitoli ci allietano le giornate.

TAGS:

Roberta Di Grigoli

Quello che dovete sapere su di me è che : Sono un agente dello S.H.I.E.L.D. Ok, seriamente, ho 22 anni è non ho ancora una categoria con cui identificarmi, adoro diversi generi, ma più sono adrenalinici meglio è.. Da “eterna romantica” se c’è una bella storia d’amore è anche meglio, sono anche il tipo che predilige un cattivo degno di essere chiamato tale, così che posso incentrare il mio odio per lui durante tutta la stagione o puntata. « Divento nervosa quando non so chi dovrei odiare. » Cit. – Regina Mills