home NEWS Alias: Jennifer Garner indosserà di nuovo i panni da spia?

Alias: Jennifer Garner indosserà di nuovo i panni da spia?

Share

Sydney Bristow sta per indossare di nuovo i suoi vestiti da spia?

Alla reunion degli scrittori di Alias, in una delle stanze dell’ ATX Festival di sabato, il produttore co-esecutivo della serie, Josh Applebaum, ha sfoderato una carta da noi inaspettata: la possibilità di far rinascere la serie e di far scendere in campo la sua protagonista Jennifer Garner.

Sarebbe qualcosa di fenomenale, ne abbiamo parlato con J.J. [Abrams]” Ha ammesso Applebaum. Nonostante ciò è ancora tutto incerto e solo questo si sa, come se fosse un modo per lanciare l’idea agli spettatori e fans della serie. Tutto dipende dall’ispirazione degli autori: “L’idea deve arrivare al momento giusto, noi vogliamo fare qualcosa a meno che non sia perfetto” ha concluso poi il suo discorso.

Comunque sia la domanda che ci si pone, ovvero la più importante è: Abrams, prenderà di nuovo il timone di questo progetto? Il direttore di Star Wars: The Force Awakens, è alquanto impegnato in questi giorni e la Garner ha specificato che lei ritornerà sul set di Alias solo se ci sarà Abrams a dirigere lo show.

Lo spy-drama della ABC si è concluso dopo cinque stagioni nel 2006, dove Dixon andò in visita da Sydney e Michael per chiedere aiuto in una nuova missione e nel frattempo Isabelle, la figlia di Sydney, si dimostrò capace di completare lo stesso puzzle che la madre completò tempo prima per conto di Jack, durante la valutazione dei soggetti del Project Christmas.

Chi mai può dirlo, un decennio dopo, vedremo madre e figlia fianco a fianco a lavoro in una nuova missione?

Per news come questa continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

FONTE

 

TAGS:

Giovanni Barruffo

Mi chiamo Giovanni, per gli amici Gianni, per altri Gio', ma io tra tutti questi preferisco Joe. Mi piace la pizza, adoro la pasta, se poi ci aggiungiamo le serie tv, facciamo la combo perfetta. Sono un romanticone cronico e mia madre mi ha insegnato ad essere gentile, buono e coraggioso. Adoro scrivere e raccontare agli altri ciò che sono e ciò che penso. Leggo tonnellate di libri e mi piace spaziare tra i generi. 22 anni anagraficamente, ma sempre stanco come se ne avessi 80.