home CURIOSITA', NEWS, SERIE TV THIS IS US: nessuno ha ancora indovinato la morte di Jack e la teoria preferita di Milo Ventimiglia

THIS IS US: nessuno ha ancora indovinato la morte di Jack e la teoria preferita di Milo Ventimiglia

Share

This is us è sicuramente uno dei successi più grandi della stagione televisiva 2016/2017, tanto da guadagnare persino una nomination agli scorsi Golden Globes.

Sebbene l’interesse per lo show di NBC derivi dalla semplicità della storia in grado di far affezionare i fan a tutti i personaggi della vicenda, uno dei motivi centrali che ha tenuto ferma l’attenzione in tutti questi mesi –  e che ancora è protagonista dell’attesa che separa la prima dalla seconda stagione – è il mistero della morte di Jack insieme ad altre scottanti questioni.

Sappiamo infatti, fin dal secondo episodio della serie, che l’amato personaggio interpretato da Milo Ventimiglia non accompagnerà i suoi figli nella maggiore età essendo morto durante la loro adolescenza.

Molte sono le teorie dei fan che hanno accompagnato il successo della serie – Jack muore in un incidente d’auto, in un incendio, ucciso dal migliore amico Miguel (Jon Huertas), che poi prenderà il suo posto accanto a Rebecca (Mandy Moore) o a causa della figlia Kate (Krissy Metz), come lei stessa rivela in un episodio – ma a quanto pare nessuna ha indovinato l’accaduto.

A svelare che tutte le supposizioni fatto sono sbagliate è lo stesso creatore della serie Dan Fogelman tramite il presidente di NBC Jennifer Salke, che ha riportato le sue parole durante il panel dell’ATX TV festival quando ai membri del cast  stato chiesto proprio quale fosse la loro teoria preferita riguardo alla morte di Jack: quella di Ventimiglia è l’uccisione per mano di Miguel.

Secondo Salke le idee degli spettatori sono tutte molto divertenti ma, a detta di Fogelman, nessuna di queste si avvicina alla realtà.

Cosa sarà successo? Forse è un bene non saperlo, non siamo ancora pronti a rinunciare a Jack/Ventimiglia.

Per news come questa continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook e non dimenticate: se avete idee da proporci o se vi piacerebbe entrare nel nostro team, non esitate a contattarci!

fonte

TAGS:

Simona Riccio

Innamorata dell’Arte fin da piccola e iniziata ad Harry Potter all’età di 7 anni, già dal liceo ho deciso di studiare arti visive, laureandomi in Comunicazione, Cinema e Televisione. Tim Burton è un po’ il mio mentore, di quelli che anche se inciampano (spesso) non puoi che continuare a guardarlo con gli occhi di una figlia. Guardo troppe serie tv, annoio chiunque mi stia intorno se ne ho una nuova e potrei arrivare a ricattarvi come Gossip Girl pur di farvela vedere. I miei sogni? Vivere tra Londra e gli Stati Uniti, viaggiare lo spazio-tempo con il decimo Dottore e diventare la migliore amica di Eva Green. Ma anche lavorare per quello che ho studiato non dovrebbe essere male. Registi preferiti: Robert Zemeckis, Tim Burton, Baz Luhrmann, Richard Linklater, Christopher Nolan e John Carney. Spoiler: Jake Gyllenhaal è la mia ossessione. Insomma, ho già parlato troppo e se siete arrivati fin qui mi dispiace per voi.